Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Epidemiologia nutrizionale e statistica medica
Codice: K050W-
Docente:  Monica Ferraroni
Anno di corso: 
Quadrimestre/semestre: 
CFU: 
Articolazione dei CFU: Lezioni frontali: 5
Esercitazioni in aula: 1
Obiettivi formativi:  Info non disponibile
Competenze acquisite:  Info non disponibile
Sintesi del programma:  b.1 Basi di Statistica Medica
1. La raccolta delle informazioni e la loro sintesi
- Variabilità tra soggetti e variabilità entro lo stesso soggetto
- Cosa si intende per “Popolazione” e per "Campione"
- Il campionamento in ambito medico/sanitario
- Come prendere decisioni sulla base di un campione
- Valori numerici e modalità di una variabile: variabile qualitative e quantitative
- Costruire e leggere distribuzioni di frequenza e tabelle a “doppia entrata”
- Calcolo e uso delle frequenze percentuali e delle frequenze cumulate
- Rappresentazione grafica di un insieme di dati

2. Strumenti per sintetizzare le informazioni
- Cenni su misure di posizione e di dispersione.
- Come si valuta l'associazione tra due caratteri qualitativi e tra due caratteri quantitativi: coefficiente di correlazione lineare e indici di concordanza

3. Il metodo quantitativo per la valutazione della relazione tra alimentazione e salute
- I modelli matematici come rappresentazione dei fenomeni deterministici
- Distribuzione gaussiana
- Parametri, variabilità di campionamento e distribuzione delle stime
- L’errore standard delle stime
- Incertezza delle stime: intervallo di confidenza del parametro
- Il concetto di test d'ipotesi
- I modelli probabilistici come rappresentazione dei fenomeni aleatori: regressione semplice e multipla, distribuzioni differenti dalla normale (logistica).
- Cenni di statistica multivariata: analisi fattoriale per la determinazione di pattern alimentari.

b.2. Epidemiologia Nutrizionale
1. Basi di epidemiologia (applicata ad un contesto nutrizionale)
- Relazione causa-effetto
- Il significato di “rischio” in ambito medico/sanitario: fattori di rischio/protezione; determinanti di malattia
- Disegno degli studi: differenza tra studi osservazionali e studi sperimentali; studi ecologici, caso-controllo, coorte, trial di intervento e di comunità; sperimentazioni cliniche: randomizzazione, placebo, cecità semplice e doppia, comitato etico.
- Le fasi degli studi clinici: dalla fase I alla fase IV
- Errori di misura tipici nella conduzione di studi epidemiologici in campo nutrizionale: selezione, ricordo; fallacia ecologica
- Il concetto di confondimento
- Misure di associazione tra fattori di rischio e malattia: proporzioni; tassi; rischi; odds; differenza tra prevalenza e incidenza.
- Gli indicatori di rischio: Rischio Assoluto. Rischio Attribuibile, Rischio Relativo, Odds Ratio
- Analogie e differenze tra rischio relativo e rischio attribuibile e tra rischio relativo e odds ratio
- Esposizioni multifattoriali

2. Caratteristiche specifiche dell’epidemiologia nutrizionale
- Metodi per la quantificazione dell’esposizione: 24h recall; diari alimentari; FFQ.
- Livelli di analisi dietetica: food intakes; nutrient intakes; biomarker dietetici; nutrienti versus alimenti
- Data base per la conversione degli alimenti in nutrienti

3. Interpretazione dei risultati
- Validazione e riproducibilità dell’informazione dietetica: validazione interna versus validazione esterna

4. Lettura e valutazione di articoli scientifici
Programma: 
Prerequisiti: 
Propedeuticità: 
Materiale didattico: 
Modalità d'esame e altre info: 
DOWNLOAD
Programma di Epidemiologia nutrizionale e statistica medica (versione in pdf)
indietro
Università degli Studi di Milano