Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Biotecnologie vegetali per l'ambiente
Codice: G610I-
Docente:  Fabio Francesco Nocito
Anno di corso: 
Quadrimestre/semestre: 
CFU: 
Articolazione dei CFU: Lezioni frontali: 6
Obiettivi formativi:  Fornire un quadro generale sulle strategie biotecnologiche che possono essere utilmente sfruttate per la riduzione dell’impatto ambientale delle tecniche di gestione delle colture e per l’ottenimento di piante utili nel risanamento e nel monitoraggio ambientale.
Competenze acquisite:  Conoscenze sui processi biochimici e fisiologici delle piante sfruttabili per la gestione ed il miglioramento dell’ambiente.
Sintesi del programma:  ERBICIDI: meccanismi d’azione; basi molecolari della resistenza e della tolleranza. NUTRIZIONE MINERALE: acquisizione e assimilazione dei nutrienti; regolazione dell’assorbimento di nutrienti e miglioramento dell’efficienza d’uso. PHYTOREMEDIATION: principali tecniche; basi molecolari dell’iperaccumulo e della tolleranza; miglioramento delle piante sfruttabili in phytoremediation. BIOSENSORI E BIOINDICATORI: Strategie per la costituzione di biosensori e bioindicatori.
Programma:  ERBICIDI: Meccanismi d'azione dei moderni erbicidi. Selettività. Basi molecolari della resistenza e della tolleranza agli erbicidi. Ricerca di fonti di variabilità genetica per la costituzione di piante resistenti o tolleranti. Strategie per l'ottenimento di piante resistenti o tolleranti. Alcuni esempi di piante transgeniche tolleranti o resistenti. NUTRIZIONE MINERALE: Acquisizione, traslocazione e assimilazione dei nutrienti minerali. Tecniche per l'individuazione e lo studio di geni implicati nella nutrizione minerale e nel trasporto di nutrienti. Selettività. Regolazione dell'assorbimento di nutrienti. Miglioramento dell'efficienza d'uso dei nutrienti minerali PHYTOREMEDIATION: Principali tecniche di phytoremediation: phytoextraction, rizofiltration, phytovolatilisation, phytodegradation. Fattori che condizionano l'efficienza delle diverse tecniche. Basi molecolari dell'iperaccumulo e della tolleranza. Miglioramento delle piante sfruttabili in tecniche di phytoremediation. BIOSENSORI E BIOINDICATORI: Strategie per la costituzione di biosensori e bioindicatori per il monitoraggio ambientale.
Prerequisiti:  Conoscenze pregresse: botanica, fisiologia e biochimica delle piante, tecniche di biologia molecolare.
Propedeuticità:  Fisiologia molecolare delle piante.
Materiale didattico:  Articoli forniti durante il corso.
Modalità d'esame e altre info:  Modalità d'esame: presentazione di un elaborato finale su tematiche attinenti.
Gli studenti verrano valutati per le loro capacità di organizzare ed esporre una presentazione su un argomento di particolare rilievo fra le tematiche affrontate durante il corso.
DOWNLOAD
Programma di Biotecnologie vegetali per l'ambiente (versione in pdf)
indietro
Università degli Studi di Milano