Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Biotecnologie fitopatologiche
Codice: G610B-
Docente:  Piero Attilio Bianco
Anno di corso: 
Quadrimestre/semestre: 
CFU: 
Articolazione dei CFU: Lezioni frontali: 5
Esercitazioni in aula: 1
Obiettivi formativi:  Conoscenza delle metodologie diagnostiche moderne e la loro applicazione nei processi di certificazione sanitaria. Comprensione degli eventi e dei meccanismi che regolano il rapporto pianta-patogeno. Apprendimento dei criteri e delle modalità di preparazione di piante resistenti ai patogeni.
Competenze acquisite:  Conduzione di un procedimento di accertamento sanitario
(da quarantena e di qualità) mediante tecniche
diagnostiche avanzate. Esperienza nella valutazione delle
tecnologie più ideonee per il controllo delle fitopatie
(diagnostica precoce, preimmunizzazione e utilizzo di
piante resistenti)
Sintesi del programma:  Interazione pianta ospite-patogeno: meccanismi di
riconoscimento dei patogeni (funghi, batteri, fitoplasmi,
virus e viroidi) da parte della pianta e le strategie da essa
utilizzate per difendersi. Organizzazione genomica di virus
e viroidi ed inserimento di geni da patogeno:
silenziamento genico e resistenza della pianta ai fitovirus
(VIGS). Applicazioni delle biotecnologie per la produzione
di piante resistenti alle fitopatie. Marcatori molecolari e
studio della diffusione dei patogeni in natura.
Programma:  Introduzione: Cenni sulle prime applicazioni delle tecniche di biologia molecolare in Patologia Vegetale. I vantaggi e le difficoltà relativi all'applicazione delle tecnologie biomolecolari per lo studio dei patogeni delle piante. Studio e caratterizzazione dei meccanismi molecolari legati alle fitopatie e all'azione patogena di funghi, batteri, fitoplasmi, virus e viroidi.
Applicazioni diagnostiche Impiego delle biotecnologie per gli studi epidemiologici: i marcatori molecolari per lo studio della diffusione in natura di patogeni, la loro localizzazione nella pianta e l'analisi dei modelli di trasmissione dei patogeni da pianta a pianta. Interazione pianta-patogeno Interazione fra pianta ospite e patogeno con particolare riferimento ai meccanismi di riconoscimento del patogeno da parte della pianta e le principali strategie da essa utilizzate per difendersi. Piante resistenti Analisi dell'organizzazione genomica di virus e viroidi ed inserimento di geni (proteina capsidica virale, proteina di movimento, replicasi virale ) e sequenze non codificanti (RNA antisenso, RNA satelliti): il silenziamento genico nella resistenza della pianta ai fitovirus (VIGS, virus induced gene silencing). Applicazioni delle biotecnologie per la produzione di piante resistenti alle malattie con particolare riferimento alla resistenza derivata da patogeno.
Casi-studio: Esempi di malattie infettive di origine virale e fitoplasmatica controllate mediante diagnostica precoce e utilizzo di piante resistenti.
Prerequisiti:  É consigliabile acquisire le conoscenze relative alla Biochimica e alla fisiologia delle piante.
Propedeuticità:  Fisiologia delle piante
Materiale didattico:  Appunti del corso e materiale di supporto fornito a
lezione.
Hadidi A. - Plant virus disease control. APS Press.
Modalità d'esame e altre info:  L'esame si svolgerà attraverso un colloquio orale al
termine del corso. Le date vengono stabilite e
comunicate prima della fine dello stesso.
DOWNLOAD
Programma di Biotecnologie fitopatologiche (versione in pdf)
indietro
Università degli Studi di Milano