Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Miglioramento genetico e biotecnologie applicate alla zootecnia
Codice: G5814-
Docente:  Paola Crepaldi
Anno di corso: 
Quadrimestre/semestre: 
CFU: 
Articolazione dei CFU: Lezioni frontali: 6
Esercitazioni in aula: 1
Esercitazioni in laboratorio: 0,5
Altro: 0,5
Obiettivi formativi:  Acquisire una preparazione approfondita sui programmi di miglioramento genetico delle principali specie di animali domestici attraverso gli strumenti tradizionali della genetica quantitativa e gli strumenti innovativi delle biotecnologie applicate alle popolazioni animali.
Competenze acquisite:  Capacità di interpretare e utilizzare le informazioni quantitative provenienti dalle strutture operanti nel settore. Elevata preparazione scientifica per gestire l'innovazione delle biotecnologie molecolari nel miglioramento quanti-qualitativo delle produzioni animali.
Sintesi del programma:  Schemi di selezione e programmi di miglioramento genetico delle principali specie di animali domestici. Loro efficacia e internazionalizzazione. Biotecnologie per il miglioramento genetico. Ricerca di geni associati alle produzioni: gene candidato; marker assisted selection; genomic selection. Dalla tracciabilità molecolare alla gestione della diversità genetica delle popolazioni animali. Biotecnologie della riproduzione: dalla inseminazione artificiale alla produzione di animali transgenici.
Programma:  Introduzione e storia del miglioramento genetico in zootecnia. Ruolo e strumenti del miglioramento genetico classico nel miglioramento delle caratteristiche quanti-qualitative delle produzioni animali. La genetica dei caratteri quantitativi di interesse zootecnico. I parametri genetici di popolazione. Metodi biometrici per l'analisi della variabilità fenotipica e per la stima della variabilità genetica, dell'ereditabilità, della correlazione genetica e della ripetibilità. Schemi di selezione e programmi di miglioramento genetico delle principali specie di interesse zootecnico. Efficacia dei programmi di miglioramento genetico. Valutazione del progresso genetico e dei fattori di variazione. Indicizzazione dei riproduttori. Evoluzione dei metodi di stima. Accuratezza degli indici. L'indice di selezione delle principali razze bovine allevate in Italia. Indici genetici in altre specie animali. Attendibilità degli indici. Trend genetico. Internazionalizzazione degli indici genetici: sistema di valutazione internazionale (MACE) e organismi internazionali (Interbull, ICAR). Limiti della selezione e dell’incrocio. Ruolo e prospettive delle biotecnologie molecolari in campo animale. Tecniche di base della genetica molecolare: PCR, enzimi di restrizione, sequenziamento. Le conoscenze dei genomi degli animali di interesse zootecnico: i progetti, il sequenziamento, l’annotazione, gli strumenti bioinformatici. La genomica comparativa per lo studio dei genomi animali. Ricerca di geni associati alle produzioni: l’approccio del gene candidato. La selezione assistita da geni: esempi di polimorfismi in geni candidati utilizzati per la valorizzazione delle caratteristiche quanti-qualitative degli animalidi interesse zootecnico. La selezione assistita da marcatori. Microsatelliti e test di paternità. Ricerca di QTL e loro utilizzo per la valorizzazione delle produzioni animali. Polimorfismi di singolo nucleotide (SNPs) e loro utilità in zootecnia. Selezione genomica. Strumenti molecolari e tracciabilità individuale, di specie e di razza delle produzioni animali. Biodiversità: livelli di organizzazione della biodiversità. Misure di biodiversità. La diversità genetica. La misura della diversità genetica. La gestione della diversità genetica intraspecifica. Biotecnologie della riproduzione e animali transgenici. Inseminazione strumentale. Trasferimento embrionale e schemi MOET, ovum pick up, sessaggio del materiale seminale e degli embrioni. Tecniche di clonazione. Prospettive di utilizzo della clonazione animale in campo zootecnico.Animali transgenici: caratteri di interesse, applicazioni e prospettive.
Prerequisiti:  Conoscenze di base di genetica, statistica, zoologia, anatomia e fisiologia animale, zootecnia generale.
Propedeuticità:  Zoologia, Analisi statistica dei dati. Anatomia e fisiologia degli animali domestici. Zootecnica generale
Materiale didattico:  Sarà disponibile durante il corso nel sito ARIEL Miglioramento genetico e biodiversità in zootecnia http://ariel.ctu.unimi.it/corsi/portal/user/prjArielNet.as Appunti del corso. Capitoli scelti da: PAGNACCO G., 2004 - Genetica animale applicata. Casa Ed.Ambrosiana, p.334. Articoli scientifici consigliati durante il corso.
Modalità d'esame e altre info:  Il corso prevede lezioni frontali ed esercitazioni in aula ed in laboratorio.
L’esame consiste in un colloquio orale volto a valutare le conoscenze degli argomenti del corso a partire da un argomento di interesse del candidato. L’assegnazione del punteggio è basata sulla valutazione della capacità di analisi, collegamento, applicazione degli argomenti del corso e utilizzo del linguaggio specifico della materia.
DOWNLOAD
Programma di Miglioramento genetico e biotecnologie applicate alla zootecnia (versione in pdf)
indietro
Università degli Studi di Milano