Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Meccanizzazione dei processi agricoli: meccanizzazione agricola, pianificazione e gestione dei processi meccanizzati - unità didattica 2
Codice: G5803D
Docente:  Aldo Calcante
Anno di corso: 
Quadrimestre/semestre: 
CFU: 
Articolazione dei CFU: Lezioni frontali: 3
Esercitazioni in aula: 1
Obiettivi formativi:  Analizzare le principali applicazioni dei moderni sistemi di automazione nelle macchine e negli impianti dell’azienda agricola. Introdurre lo studente alle possibilità operative offerte dal loro impiego. Fornire le chiavi interpretative e metodologiche per l’applicazione di tecnologie informatiche avanzate nei contesti produttivi tipici delle imprese operanti nel settore agro-ambientale; ciò evidenziando le conseguenti interazioni con la meccanizzazione aziendale.
Competenze acquisite:  Conoscere e identificare i fondamenti delle tecnologie alla base dei processi di automazione e controllo; valutare criticamente le informazioni riguardo le caratteristiche dei sistemi adottati nelle macchine e negli impianti agricoli; comprendere il ruolo delle innovazioni e i vantaggi operativi derivanti da tali soluzioni tecnologiche; valutare la funzionalità tecnica dei diversi componenti di un sistema informativo aziendale per applicazioni nel settore agrario; utilizzare in maniera integrata i sistemi GIS e GPS a fini gestionali; acquisire un approccio infologico nella progettazione di un sistema informativo.
Sintesi del programma:  Sistemi informativi aziendali nel settore agro-ambientale: progettazione e impiego. Prospettive delle tecnologie informatiche tra agricoltura di precisione e management informatizzato. Tracciabilità; documentazione e automazione sito-specifica delle operazioni mediante tecnologie GPS. Monitoraggio aziendale mediante telerilevamento, sensori e sistemi di identificazione, GIS. Il trattore come gestore di informazioni (quaderni di campagna informatici e automazione dei processi di campo).
Programma:  SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI. Informatica Aziendale. Ruolo delle informazioni nei processi produttivi: differenza tra dato e informazioni. Sistemi informativi (SI) e logiche di progettazione datalogiche ed infologiche. Componenti di un SI: dispositivi elettronici; computer e software; sistemi di comunicazione e trasferimento dati. Ambiti decisionali aziendali: strategico, direttivo, gestione della conoscenza, operativo; natura dei processi decisionali; profili informativi strutturati, semistrutturati e non strutturati. SI in base ad ambiti decisionali e ad aree funzionali dell’impresa. Caratteristiche dei SI per i contesti agro-ambientali. Il ruolo della meccanizzazione agricola nei SI. GESTIONE DEI DATI AZIENDALI. Organizzazione dei dati in ambiente tradizionale a file e tramite tecnologie database (DB) Esempi di software gestionali impiegati in agricoltura TECNOLOGIE INFORMATICHE AVANZATE. La frontiera delle tecnologie informatiche nei contesti delle imprese agro-ambientali tra agricoltura di precisione e management informatizzato. Le nuove esigenze di: tracciabilità; documentazione delle attività; automazione dei controlli nei processi operativi; gestione delle operazioni secondo logiche sito-specifiche. L’importanza dell’automazione del monitoraggio: monitoraggio ambientale, colturale e d operativo. Introduzione al GPS: i segmenti spaziale, controllo e utente; ricevitori GPS; modalità di calcolo dei dati di posizionamento (misure di fase e di pseudo-range; accuratezza e precisione; natura degli errori); tecnologia DGPS; costi e criteri di scelta dei ricevitori; applicazioni agro-territoriali. Cenni sui GIS: sistemi cartografici e problemi di georeferenziazione; sfondi e layer; entità e attributi; connessione ai DB; informatizzazione del territorio e delle strutture aziendali; integrazione di tracciati GPS. Tecnologie elettroniche e cenni di telerilevamento: sensori per le operatrici; dispositivi VRT (variable rate technologies); sistemi di identificazione attivi e passivi; mappatura delle produzioni; principi di telerilevamento e delle sue possibili applicazioni in contesti aziendali e sovraziendali; Il ruolo del ground sensing; calcolo di indici spettrali e loro impiego nel monitoraggio colturale. Monitoraggio operativo: il ruolo della meccanizzazione a punto fisso e a punto mobile; il trattore come vettore di informazioni; I Quaderni di Campagna Informatici (QCI): caratteristiche e funzionalità; architetture costruttive di base (tractor-oriented e implement-oriented); algoritmi di analisi dei dati operativi aziendali, dall’attività elementare alla memoria storica aziendale. Il monitoraggio operativo su scala territoriale: esperienze sul controllo delle modalità di spandimento dei reflui attraverso un SI (basato sui QCI) ad uso della pubblica amministrazione.
Prerequisiti:  Attitudine ai calcoli e discreta conoscenza dell’informatica di base. Attitudine a semplificare la visione dei contesti produttivi reali attraverso modelli astratti, onde favorire l’impostazione di analisi sia qualitative, sia quantitative di problemi gestionali complessi.
Propedeuticità:  Corso di Meccanica Agraria o Meccanizzazione Agricola
Materiale didattico:  Lezioni e appunti del corso disponibili sul sito www.ariel.unimi.it web site
Modalità d'esame e altre info:  L'esame consiste in una parte scritta e in un colloquio orale
DOWNLOAD
Programma di Meccanizzazione dei processi agricoli: meccanizzazione agricola, pianificazione e gestione dei processi meccanizzati - unità didattica 2 (versione in pdf)
indietro
Università degli Studi di Milano