Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Elementi di economia e statistica
Codice: G300B-
Docente:  Valentina Raimondi
Anno di corso: 
Quadrimestre/semestre: 
CFU: 
Articolazione dei CFU: Lezioni frontali: 7
Esercitazioni in aula: 1
Obiettivi formativi:  Il corso si propone di introdurre lo studente al linguaggio e ai principi elementari della scienza economica e della statistica. La parte di Economia si concentra principalmente su problemi di micro-economia, toccando solo alcuni argomenti rilevanti della macro-economia. La parte di Statistica, introduce la statistica descrittiva e tratta alcuni argomenti di statistica inferenziale.
Competenze acquisite:  Lo studente deve essere in grado di comprendere e utilizzare i contenuti delle pubblicazioni a carattere economico (sia su quotidiani che su riviste del settore alimentare) con riferimento alle problematiche di produzione, consumo e dinamica dei mercati dei prodotti agro-alimentari e della ristorazione. Capacità di rappresentare e leggere correttamente l'informazione statistica in forma tabellare e grafica.
Sintesi del programma:  Economia •Teoria della domanda •Elasticità della domanda rispetto al prezzo e altre elasticità •Teoria dell’offerta •Ricavi e massimizzazione del profitto •Forme di mercato •Problematiche macroeconomiche •
Statistica •Il linguaggio della statistica •La rappresentazione grafica dei dati •Descrittori numerici dei dati •Analisi bivariata dei dati •La probabilità •Variabilità casuali e distribuzioni di probabilità •Le distribuzioni campionarie e gli intervalli di confidenza •La verifica d’ipotesi: fondamenti •Test su un’unica popolazione •
Programma:  ECONOMIA - CAPITOLO 1 Che cos’è l’economia. Parte prima: FONDAMENTI DELLA MICROECONOMIA. CAPITOLO 2 Domanda e offerta. La domanda. L’offerta. La determinazione del prezzo e della quantità prodotta. Il controllo dei prezzi. CAPITOLO 3 I mercati in azione. L’elasticità. La dimensione temporale. Agricoltura e politiche agricole. Parte prima: TEORIA MICROECONOMICA. CAPITOLO 4 I fondamenti della domanda. La teoria dell’utilità marginale. L’analisi ordinalista. CAPITOLO 5 I fondamenti dell’offerta. La teoria della produzione nel breve periodo. I costi nel breve periodo. La teoria della produzione nel lungo periodo. I costi nel lungo periodo. Il ricavo. La massimizzazione del profitto. CAPITOLO 6 Massimizzazione del profitto in regime di concorrenza perfetta e di monopolio. Le diverse strutture di mercato. La concorrenza perfetta. Il monopolio. La teoria dei mercati contendibili. CAPITOLO 7 Massimizzazione del profitto in regime di concorrenza imperfetta. La concorrenza monopolistica. L’oligopolio. La teoria dei giochi. La discriminazione dei prezzi.
STATISTICA - CAPITOLO 1 – Introduzione (da leggere).
CAPITOLO 2 - Definizioni e notazione (simboli) di base (da leggere)
CAPITOLO 3 – Rilevazione.Cioè come si creano i dati per partire con l’esplorazione statistica. 3.1 Questionari e scale di modalità. 3.2 Classificazione delle scale di modalità. 3.3 Classificazione dei fenomeni statistici
CAPITOLO 4 – Distribuzioni di frequenza, tabelle e grafici. 4.1 Distribuzione di frequenza e variabili statistiche. 4.2 Frequenze relative e percentuali. 4.3 Frequenze cumulate. 4.4 Densità di frequenza. 4.5 Rappresentazioni grafiche. 4.6 Densità e istogrammi
CAPITOLO 5 – Valori medi. 5.1 Moda. 5.2 Mediana. 5.3 Generalizzazioni della mediana: quartili, decili e percentili. 5.4 Sintesi in 5 numeri e box-plot. 5.5 Media aritmetica. 5.6 Moda, mediana e media aritmetica, qual è il valor medio giusto?
CAPITOLO 6 – Approfondimenti sui valori medi. 6.1 Proprietà formali: le proprietà della media aritmetica. 6.2 Ottimizzazione: funzioni di perdita e proprietà di minimo.
CAPITOLO 7 – Variabilità. 7.1 Esiste la Statistica perché il mondo è vario: Trilussa e l’esempio del pollo. 7.2 Misura della variabilità: deviazione standard, varianza e devianza. 7.3 Valutazione e confronti di variabilità: il coefficiente di variazione
CAPITOLO 9 – Tabelle a doppia entrata. 9.1 Rilevazione congiunta di una coppia di fenomeni statistici: le tabelle a doppia entrata. 9.2 Frequenze congiunte e marginali. 9.3 Distribuzioni e frequenze condizionate
CAPITOLO 14 – Dalla descrizione all’inferenza. 14.1 Rilevazione campionaria: perché solo una parte e non tutto?. 14.2 Inferenza e rappresentatività: quando il caso gioca a favore
CAPITOLO 15 – Caso, probabilità e variabili casuali. 15.1 Determinismo e casualità. 15.2 Definizioni di base. 15.3 Probabilità. 15.4 Variabile casuale. 15.5 Variabile casuale Binomiale. 15.6 Variabili casuali continue. 15.7 Variabile casuale Normale. 15.8 Standardizzazione di una variabile casuale. 15.9 Variabile casuale Normale Standard(izzata). 15.10 Come si leggono le tavole della Normale Standard. 15.11 Come si calcola la probabilità di un (qualunque) intervallo di una (qualunque) Normale.
CAPITOLO 16 – Campionamento ed errore campionario (da leggere)
CAPITOLO 17 – Stime e stimatori. 17.1 Stima puntuale. 17.2 Stima della media. 17.3 Proprietà degli stimatori: non distorsione. 17.4 Non distorsione della media campionaria. 17.5 Precisione o accuratezza di uno stimatore: errore quadratico medio. 17.6 Errore quadratico medio della media campionaria. 17.7 Proprietà degli stimatori: consistenza. 17.8 Consistenza della media campionaria. 17.9 Proprietà degli stimatori: efficienza relativa. 17.10 Efficienza della media campionaria. 17.12 Stima della precisione (accuracy) di uno stimatore: standard error. 17.13 Stima della frequenza relativa.
CAPITOLO 18 – Intervalli di confidenza. 18.1 Stima puntuale e stima intervallare: pro e contro. 18.2 Intervallo di confidenza . 18.3 Studentizzazione e variabile casuale T di Student. 18.4 Intervallo di confidenza per la media. 18.5 Intervalli di confidenza (approssimati) per grandi campioni.
CAPITOLO 19 – Test Statistici. 19.1 Ipotesi statistica e ipotesi nulla. 19.2 Errore campionario e livello di significatività. 19.3 Z-test . 19.4 T-test . 19.5 Test a una coda. 19.6 Ipotesi uni o bi-laterali e test a una o due code: riepilogo. 19.7 Test approssimati per grandi campioni. 19.8 Z-test per grandi campioni per la verifica di ipotesi sulla frequenza relativa p (o sulla percentuale).
Materiale didattico sull’argomento del confronto tra due popolazioni e la verifica d’ipotesi sulla differenza tra le medie sarà reso disponibile.

I capitoli si riferiscono ai libri di testo adottati.
Economia: Microeconomia, di Sloman J, Wride J, Garrat
D., 8th Ed. Pearson (ISBN 97888 6518 5001)
Statistica: Fulvia Mecatti (2010). Statistica di base. Come, quando, perché. McGraw-Hill.
Prerequisiti:  Conoscenza delle nozioni base di algebra lineare e geometria analitica: variazioni percentuali, rappresentazione di una retta su piano cartesiano (conoscendo l'equazione della retta medesima) risoluzione di un sistema di due equazioni con due incognite.
Propedeuticità:  La frequenza del corso e la preparazione dell'esame di elementi di calcolo sono fortemente consigliati. Non è tuttavia necessario aver superato tale esame per frequentare il corso di elementi di economia e statistica
Materiale didattico:  Economia: Economia: Microeconomia, di Sloman J, Wride J, Garrat D., 8th Ed. Pearson (ISBN 97888 6518 5001)
Per consultazione e approfondimento: Libermann M., Hall R.E., Principi di Economia, 2006, Apogeo Salvatore D. (2010) Microeconomia, teoria e applicazioni, FrancoAngeli
Statistica: Fulvia Mecatti (2010). Statistica di base. Come, quando, perché. McGraw-Hill.
Modalità d'esame e altre info:  Modalità di svolgimento dell'esame: 2 test scritti
DOWNLOAD
Programma di Elementi di economia e statistica (versione in pdf)
indietro
Università degli Studi di Milano