Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Protezione degli alimenti - unità didattica 2: patologia delle derrate alimentari
Codice: G290DB
Docente:  Marco Saracchi
Anno di corso: 
Quadrimestre/semestre: 
CFU: 
Articolazione dei CFU: Lezioni frontali: 2
Esercitazioni in aula: 1
Obiettivi formativi:  Le industrie alimentari possono manifestare contaminazioni biotiche di diversa rilevanza, con conseguenze importanti sotto l’aspetto igienico, economico e di immagine. Lo studente acquisirà conoscenze riguardo i principali infestanti e le modalità per applicare un controllo integrato. Il corso si prefigge anche di fornire agli studenti le conoscenze fondamentali relative ai problemi derivanti in post raccolta dalla contaminazione dei prodotti e delle derrate vegetali da parte di funghi e batteri e alla loro diagnosi. Tali conoscenze, unite a elementi di base sulle possibilità di controllo delle contaminazioni biotiche, sono finalizzate alla gestione della difesa dei prodotti durante la produzione e la conservazione.
Competenze acquisite:  Acquisizione conoscenze relative alle principali problematiche della difesa degli alimenti e degli ambienti della produzione e stoccaggio delle derrate dall’attacco degli infestanti. Al termine del corso, lo studente sarà anche in grado di riconoscere i principali sintomi provocati da agenti biotici in post raccolta e di identificare i più frequenti agenti di alterazione, al fine di procedere in caso di necessità a un controllo adeguato.
Sintesi del programma:  Natura delle alterazioni in post raccolta ed entità delle perdite. Cenni di patologia vegetale. Cause parassitarie delle alterazioni post raccolta. I principali generi di funghi e batteri che attaccano prodotti e derrate vegetali. Micotossine e micotossicosi. Prevenzione e terapia.
Programma:  Il corso tende a fornire le conoscenze fondamentali sulle alterazioni in post raccolta delle derrate vegetali, sia di origine abiotica sia biotica, e sulle strategie disponibili per il loro contenimento.

In particolare, gli argomenti trattati nel corso delle lezioni vengono di seguito riportati.
Respirazione, maturazione e vita post raccolta dei prodotti vegetali.
Cenni di patologia vegetale: dannosità delle malattie delle piante, concetto di malattia e danno, importanza economica delle malattie in post raccolta, classificazione delle malattie, ciclo della malattia,
Interazione ospite patogeno: meccanismi di attacco dei patogeni, meccanismi di difesa dell’ospite, cambiamenti fisiologici e biochimici nel corso della malattia.
Fattori che influenzano lo sviluppo delle malattie in post raccolta: specificità ospite-patogeno, suscettibilità dell’ospite, condizioni post raccolta, tecniche colturali, condizioni post raccolta, stadio di maturazione e sviluppo, senescenza, ferite, stress fisiologici.
Cause e meccanismi fisiopatologici delle perdite in post raccolta: perdite da cambiamenti fisiologici, fisiopatie da raffreddamento e da anomala composizione dell’atmosfera,
Caratteristiche generali degli agenti fitopatogeni e malattie da essi determinate:
I batteri fitopatogeni: la cellula batterica; la penetrazione del patogeno nei tessuti dell’ospite; la colonizzazione della pianta; i meccanismi di patogenesi e i sintomi correlati; la fase di evasione del patogeno, i mezzi di diffusione e la sopravvivenza dell’inoculo; principi di difesa dalle batteriosi; basi della sistematica dei batteri fitopatogeni.
I funghi fitopatogeni: struttura e organizzazione vegetativa dei funghi; l’ifa fungina, le modificazioni e le aggregazioni ifali; la latenza e la germinazione delle spore; la crescita dei funghi e i fattori che possono influenzare queste fasi di vita delle forme fitopatogene; modalità di riproduzione sessuata e asessuata dei funghi e loro relazioni con la tassonomia fungina; sopravvivenza e diffusione dell’inoculo fungino.
I principali generi di funghi (Botrytis, Aspergillus, Penicillium, Fusarium, Cladosporium, Alternaria, Monilia, Colletotrichum, Mucor, Rhizopus, Phytophthora) e batteri (Erwinia, Pectobacterium) che attaccano prodotti e derrate vegetali.
Metodi e mezzi di lotta fisici in post raccolta: refrigerazione, alta temperatura, condizionamento termici e preconservazione, ossigeno e anidride carbonica, depurazione etilenica, condizionamento igrometrico, luce ultravioletta, radiazioni gamma, bassa pressione.
Metodi e mezzi di lotta chimici in post raccolta: fungicidi, modalità di applicazione dei mezzi chimici, i residui dei fitofarmaci.
Metodi e mezzi di lotta biologici in post raccolta: impiego di microrganismi antagonisti e loro meccanismi di azione, limiti della lotta biologica.
Micotossine e micotossicosi: i funghi tossinogeni nei prodotti vegetali e principali micotossine, micotossine dei cereali, patulina e pomacee, ocratossine e uva da vino
Prerequisiti:  Lo studente deve avere acquisito le nozioni fondamentali di biologia generale
Propedeuticità:  nessuna
Materiale didattico:  De Cicco, Bertolini, Salerno. Patologia post raccolta dei prodotti vegetali. Piccin
Appunti dalle lezioni
Modalità d'esame e altre info:  Modalità d'esame: l'esame consiste in una prova orale. Non sono previste verifiche intermedie

La prova orale consiste in un colloquio sugli argomenti in programma, al fine di accertare le capacità dello studente di valutare le cause che possono provocare alterazioni dei prodotti vegetali e delle derrate durante la conservazione e dei possibili mezzi e strategie a disposizione per ridurne l'impatto.

Nel corso dell'esame potranno essere richieste descrizioni o commenti di immagini o schemi relativi ai singoli argomenti in programma.
DOWNLOAD
Programma di Protezione degli alimenti - unità didattica 2: patologia delle derrate alimentari (versione in pdf)
indietro
Università degli Studi di Milano