Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Agronomia
Codice: G280E-
Docente:  Pietro Marino Gallina
Anno di corso: 
Quadrimestre/semestre: 
CFU: 
Articolazione dei CFU: Lezioni frontali: 6,5
Esercitazioni in aula: 1
Altro: 0,5
Obiettivi formativi:  Acquisire una visione integrata dei fattori meteorologici, edafici e biologici che concorrono alla produzione vegetale. Comprendere l’effetto degli interventi agronomici sui fattori della produzione. Capacità di comprendere le motivazioni di diverse percorsi tecnici di coltivazione in pieno campo in contesti variabili di condizioni pedoclimatiche, disponibilità di mezzi tecnici e obiettivi produttivi e ambientali.
Competenze acquisite:  Saper diagnosticare lo stato dell'agrosistema integrando valutazioni visive con valutazioni basate sulla misura di variabili chimiche o fisiche relative all'atmosfera, al suolo ed alla coltura. Saper individuare il bisogno di interventi sistematori e di riporto a fertilità dei suoli prima dell'avvio della coltivazione. Saper definire gli aspetti quantitativi e la scansione temporale degli interventi agronomici di un protocollo di coltivazione.
Sintesi del programma:  Scopi e metodi dell'agronomia. Ruolo delle variabili meteorologiche nella produzione vegetale: radiazione solare; temperatura; umidità; vento; idrometeore. Difesa dalle avversità atmosferiche e forzatura delle colture. Proprietà fisiche del terreno. Erosione, ristagno, e sistemazioni idraulico agrarie. Metodi irrigui e qualità delle acque. Lavorazioni del terreno: scopi e tipologie. Fertilità del terreno e gestione della fertilizzazione. Flora infestante e tecniche di controllo. Il corpo riproduttore, produzione e controllo. Esercitazioni: giornata in campo; redazione di piani di concimazione.
Programma:  Introduzione: ambito di studio dell’agronomia; la produzione vegetale e il sistema in cui si realizza; metodologie adottate negli studi agronomici.; gli interventi agronomici sulla coltura, sull’atmosfera, sul terreno e sulla biocenosi; determinanti dell'agricoltura e della tecnica colturale.
L’atmosfera e le variabili meteorologiche.
La radiazione: comportamento attivo e passivo dei corpi; le leggi della radiazione; estinzione della radiazione attraverso l’atmosfera; bilancio radiativo a livello del suolo o della coltura e radiazione netta. Bilancio energetico della radiazione netta e suoi termini (G, H, LE, P ed R).
Radiazione e produzione vegetale: LAI e tasso di crescita ; intercettazione ed efficienza d'uso della radiazione; effetto della densità di semina sull’intercettazione della radiazione e sulla produzione; produzione potenziale, massima e reale; interventi agronomici per ottimizzare l'uso della radiazione; effetti della radiazione sulla morfogenesi.
Temperatura e produzione vegetale: relazioni tra bilancio energetico e temperatura; temperatura dell’aria, del terreno e della pianta; relazione tra temperatura e tasso di crescita delle colture; le somme termiche e loro calcolo; effetto della temperatura sulla morfogenesi (vernalizzazione, dormienza; termoperiodismo); danni da basse ed alte temperature; forzatura (copertura; ombreggiamento; pacciamatura); gelate, loro classificazione e fattori causali.
Turbolenza dell'aria: effetti sugli scambi pianta-atmosfera; turbolenza termica e meccanica dell'aria. Danni da vento sul terreno (erosione eolica) e sulla coltura e loro contrasto tramite la tecnica colturale e la realizzazione di frangivento.
Idrometeore: processi fisici di base; classificazione. Pioggia: quantità; distribuzione; frequenza; intensità; pioggia utile. Grandine: formazione e danni alle colture; tecniche di difesa.
Il terreno agrario: potenza; strati d’inibizione; porosità e sua misura; velocità d'infiltrazione, stabilità di struttura, effetto delle pratiche agronomiche sulla stabilità di struttura. Stato fisico del terreno è risposta alle lavorazioni.
Ristagno idrico ed anossia: effetti sul terreno e sulle piante; ristagno superficiale e sottosuperficiale; altezza di falda e franco di coltivazione; sistemazioni idraulico agrarie contro il ristagno idrico.
Erosione idrica dei suoli: misurazione; processi fisici di base; tipi di erosione (da impatto, laminare e incanalata); universal soil loss equation (USLE).
Lavorazioni del terreno: motivazioni per eseguirle lavorazioni; interazioni organo lavorante-terreno; azioni delle diverse macchine per la lavorazione del terreno (scarificatori, ripuntatori, coltivatori erpici a denti, aratri a versoio ed a dischi, erpici a dischi, erpici rotativi ed alternativi, rotoaratri, zappatrici, vangatrici, rulli); classificazione dei lavori, obiettivi e macchine utilizzabili (lavori di messa a coltura, lavori preparatori preliminari, lavori propriamente detti e complementari, lavori consecutivi).
Semina: requisiti del letto di semina; calcolo della dose di seme; tecniche di semina e seminatrici.
Ammendamento del terreno: obiettivi e possibilità d’intervento; ruolo della sostanza organica nella fertilità fisica e biologica del terreno; interventi per contrastare il depauperamento di sostanza organica dei terreni; dinamica di mineralizzazione della sostanza organica nativa del terreno e della sostanza organica aggiunta con residui colturali e fertilizzanti; bilancio umico; ammendanti organici (materie prime, processi produttivi, inquadramento normativo, cartellino); il letame (produzione, maturazione, applicazione); sovescio (tipi di sovescio, obiettivi e gestione).
Correzione del terreno: interventi sui terreni con pH anomalo; correzione dei terreni acidi e peracidi; correttivi per i terreni acidi; mitigazione dei difetti dei terreni calcarei; criteri di classificazione dei terreni salini e sodici; generalità sugli interventi di correzione dei terreni salini, sodici e sodico-salini.
Concimazione: obiettivi e vincoli; risposta produttivi all'apporto di elementi nutritivi; efficienza ed efficacia della concimazione; stima del fabbisogno di fosforo e potassio; bilancio semplificato dell'azoto; epoca di distribuzione dei concimi; metodi di applicazione dei concimi; concimi minerali (caratteristiche e criteri di scelta e applicazione dei concimi minerali semplici e composti); concimi organici e organo minerali (caratteristiche e criteri di scelta e applicazione); impiego agronomico dei reflui zootecnici.
Le erbe infestanti ed il loro controllo: danni quantitativi e qualitativi recati alla produzione; biologia delle infestanti; banca semi nel terreno; criteri di classificazione delle infestanti; metodi di controllo diretto (biologici; meccanici, fisici; falsa semina); diserbo (modalità d'azione degli erbicidi applicati al suolo o alla vegetazione, selettività di mancata interazione e fisiologica, formulazione, momenti d'intervento, miscibilità dei prodotti)
Il corpo riproduttore: materiali utili per la propagazione delle specie agrarie; propagazione gamica e agamica; iscrizione delle nuove varietà ai registri; produzione, controllo, certificazione delle sementi.
Visita didattica all’azienda didattico-sperimentale della facoltà.
Esercitazioni finalizzate al calcolo e redazione dei piani di concimazione.
Esercitazioni sul riconoscimento delle erbe infestanti.
Prerequisiti:  Conoscere le differenze tra monocotiledoni e dicotiledoni. Conoscere la reazione di base della fotosintesi clorofilliana. Conoscere gli elementi di base della respirazione. Conoscere dove avviene la fotosintesi. Conoscere sommariamente il ruolo di N, P e K nei vegetali. Sapere fare le equivalenze tra unità di misura (di misure lineari, di aree e di volumi). Elementi di base di geometria (calcolo di aree e volumi). Elementi di base di chimica.
Propedeuticità:  Biologia generale e genetica. Botanica generale e sistematica. Chimica generale, inorganica e organica. Fisica. Matematica . Analisi statistica dei dati. Principi di informatica. Biochimica e fisiologia delle piante coltivate. Botanica agraria. Scenza del suolo
Materiale didattico:  Giardini L. (2012). L`Agronomia. Per conservare il futuro. Pàtron editore,
pagg. 704, VI edizione. ISBN: 9788855531689
Modalità d'esame e altre info:  L'esame finale si compone di una prova scritta, concernente la redazione di un piano di concimazione, e di una prova orale composta da 5 domande sugli argomenti riportati nel programma del corso. La prova scritta e le cinque domande dell'esame orale vengono valutate con punteggio da 0 a 30. Per superare l'esame occorre riportare un voto almeno almeno pari a 18 sia nella prova scritta sia nelle risposte alle 5 domande. Il voto finale è costituito dalla media dei 6 voti.
DOWNLOAD
Programma di Agronomia (versione in pdf)
indietro
Università degli Studi di Milano