Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Agronomia
Codice: G260A-
Docente:  Luca Bechini
Anno di corso: 
Quadrimestre/semestre: 
CFU: 
Articolazione dei CFU: Lezioni frontali: 6,5
Esercitazioni in aula: 0,75
Altro: 0,75
Obiettivi formativi:  Acquisire una visione integrata dei vari elementi che concorrono alla gestione delle coltivazioni e al loro inserimento in sistemi colturali. Messa a punto, gestione e valutazione di sistemi colturali in termini di produttività, di sostenibilità e di controllo dell'impatto ambientale.
Competenze acquisite:  Saper diagnosticare lo stato dell'agrosistema integrando valutazioni visive con valutazioni basate sulla misura di variabili chimiche o fisiche relative all'atmosfera, al suolo ed alla coltura. Saper individuare il bisogno di interventi sistematori e di riporto a fertilità dei suoli prima dell'avvio della coltivazione. Saper definire gli aspetti quantitativi e la scansione temporale degli interventi agronomici di un protocollo di coltivazione.
Sintesi del programma:  Scopi e metodi dell'agronomia. Ruolo delle variabili meteorologiche nella produzione vegetale: radiazione solare; temperatura; umidità; vento; idrometeore. Difesa dalle avversità atmosferiche e forzatura delle colture. Proprietà fisiche del terreno. Erosione, ristagno, e sistemazioni idraulico agrarie. Metodi irrigui e qualità delle acque. Lavorazioni del terreno: scopi e tipologie. Fertilità del terreno e gestione della fertilizzazione. Flora infestante e tecniche di controllo. Il corpo riproduttore, produzione e controllo. Esercitazioni: giornata in campo; redazione di piani di concimazione.
Programma:  Introduzione: l’agronomia e il suo ambito di studio; breve storia dell’agricoltura: dalla rivoluzione del neolitico, alla rivoluzione agricola, alla rivoluzione verde e i connessi cambianti di strategia agronomica; la capacità portante del pianeta per la specie umana e la food security; la contesa delle terre (food vs. feed vs. fuel).
Gli agroecosistemi: l’ecosistema, le sue componenti e le sue leggi, le catene e le reti alimentari, le dinamiche ecologiche; dagli ecosistemi agli agroecosistemi: l’energia ausiliaria e le modificazioni al terreno, alla comunità biotica e alla produttività; funzionamento e regolazione dell’agroecosistema; agricolture ad alto e basso input energetico; agricolture organiche, integrate e conservative.
Sviluppo e crescita della pianta: fenologia delle piante coltivate; la produzione vegetale agraria; le funzioni di crescita: la legge del minimo di Liebig, le curve di Mitscherlich, i modelli complessi.
Il clima e i suoi elementi: la radiazione solare: caratteristiche, funzioni, fotoperiodismo, effetti sulla produttività; la temperatura: variazioni, somme termiche, gelate e mezzi di difesa, danni da caldo; la pressione atmosferica e i venti; l’umidità dell’aria; le idrometeore: rugiada, brina, pioggia, grandine, neve; indici e diagrammi climatici.
Le lavorazioni del suolo: il terreno agrario e la fertilità; le caratteristiche fisiche fondamentali per le lavorazioni: tessitura, struttura, plasticità, coesione e adesività; l’aratura: strumenti, epoca, modalità; gli altri lavori preparatori principali: fresatura, vangatura, scarificatura; i lavori preparatori complementari: erpicatura, rullatura, estirpatura, pareggiamento superficie; i lavori colturali: scarificatura, sarchiatura, zappettatura, rincalzatura; il regime di non lavorazione e lavorazione minima.
La fertilizzazione: gli elementi nutritivi, lo scambio ionico, i colloidi e il potere adsorbente del suolo; i suoli acidi e la loro correzione; i suoli alcalini e la loro correzione; la sostanza organica del suolo; la fertilizzazione organica: il sovescio, il prato, il letame e i liquami zootecnici; la concimazione minerale: risposta quantitative e qualitativa delle colture, bilancio dei nutrienti, efficienza produttiva, modalità applicative.
I sistemi colturali: monocoltura e policoltura; gli avvicendamenti e le rotazioni: inquadramento storico, princìpi, tipi, vantaggi e limiti; le consociazioni: tipi, scopi, aspetti tecnici.
Il controllo delle malerbe: caratteristiche delle infestanti e danni alle colture; mezzi di lotta indiretti; mezzi di lotta diretti di tipo fisico, meccanico e biologico; il diserbo chimico: diserbanti e loro modalità di azione, efficacia e selettività, modalità applicative, riflessi sulle pratiche agronomiche, impatti sanitari e ambientali.
Esercitazioni: film e dibattito sull’agricoltura di fronte le sfide ambientali e sociali; il riconoscimento delle specie vegetali mediante le chiavi dicotomiche; gli schemi distributivi nella sperimentazione agronomica. Attività di campo: prove di valutazione agronomica delle sementi all’INRAN-ENSE; coltivazioni di cereali e orticole biologiche; coltivazioni di cereali in regime sodivo.
Prerequisiti:  Conoscere le differenze tra monocotiledoni e dicotiledoni. Conoscere la reazione di base della fotosintesi clorofilliana. Conoscere gli elementi di base della respirazione. Conoscere dove avviene la fotosintesi. Conoscere sommariamente il ruolo di N, P e K nei vegetali. Sapere fare le equivalenze tra unità di misura (di misure lineari, di aree e di volumi). Elementi di base di geometria (calcolo di aree e volumi). Elementi di base di chimica.
Propedeuticità:  Biologia generale e genetica. Botanica generale e sistematica. Chimica generale, inorganica e organica. Fisica. Matematica. Analisi statistica dei dati. Principi di informatica. Biochimica e fisiologia delle piante coltivate. Botanica agraria. Scienza del suolo
Materiale didattico:  Giardini L. - Agronomia Generale, ambientale e aziendale - Collana: Scienza e Tecniche delle produzioni vegetali n. 1- Patron Editore 2002, V ed.
Modalità d'esame e altre info:  L'esame consiste in una prova scritta su tutti gli argomenti del programma, e in una breve prova orale.
DOWNLOAD
Programma di Agronomia (versione in pdf)
indietro
Università degli Studi di Milano