Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Difesa delle piante mod. 1: entomologia forestale
Codice: G240KA
Docente:  Giuseppe Carlo Lozzia
Anno di corso: 
Quadrimestre/semestre: 
CFU: 
Articolazione dei CFU: Lezioni frontali: 4
Esercitazioni in aula: 1
Obiettivi formativi:  Conoscenza dell'ecosistema foresta e delle cenosi degli artropodi ad esso infeudate. Apprendimento delle tecniche di gestione ambientale in un'ottica di sviluppo sostenibile.
Competenze acquisite:  Conoscenza delle dinamiche e delle problematiche relative agli
artropodi presenti nell'ambiente forestale
Sintesi del programma:  PARTE GENERALE
I. INTRODUZIONE
II. STRUTTURA E FUNZIONAMENTO DEL CORPO DEGLI
INSETTI
III. LA VITA DEGLI INSETTI
IV. CONCETTI DI PROTEZIONE DELLE COLTURE – DIFESA
INTEGRATA
V. ENTOMOLOGIA FORESTALE

PARTE SPECIALE
A. INSETTI DANNOSI IN AMBIENTE FORESTALE
B. INSETTI DANNOSI IN FRUTTICOLTURA DI MONTAGNA
Programma:  PARTE GENERALE
I. INTRODUZIONE
- Cenni introduttivi allo studio degli Insetti.
- Posizione sistematica degli Insetti. Differenze tra gli Insetti e gli altri Artropodi. Caratteristiche generali degli Insetti.

II. STRUTTURA E FUNZIONAMENTO DEL CORPO DEGLI INSETTI
- Morfologia del capo. Regioni del capo e appendici (antenne e appendici boccali). Apparati boccali: masticatore; pungente succhiatore (Rincoti).
- Morfologia del torace. Segmenti del torace. Appendici: ali; zampe.
- Morfologia dell'addome. Segmenti addominali. Appendici.
- Sistema tegumentale. Tegumento e sua struttura. Esoscheletro. Endoscheletro.
- Sistema muscolare e locomozione.
- Sistema digerente. Costituzione e struttura del tubo digerente. Fisiologia della digestione. Regimi dietetici.
- Sistema respiratorio. Costituzione e struttura dell'apparato tracheale. Fisiologia della respirazione.
- Sistema circolatorio. Costituzione e struttura dell'apparato circolatorio. Emolinfa. Fisiologia della circolazione.
- Sistema nervoso. Neurone. Apparato nervoso centrale (cerebro, gnatocerebro, catena ganglionare ventrale). Apparato nervoso viscerale (simpatico dorsale, simpatico ventrale, simpatico caudale, cardio-aortico). Apparato nervoso periferico.
- Organi di senso. Chemiorecettori. Meccanorecettori. Igrorecettori. Fonorecettori. Termorecettori. Fotorecettori (ocelli, occhi composti).
- Sistema escretore. Tubi malpighiani. Nefrociti. Tessuto adiposo. Tegumento.
- Sistema secretore. Ghiandole a secrezione esterna; ghiandole ciripare, laccipare, sericipare, di difesa e di offesa, connesse con l'apparato genitale, a ferormoni. Ghiandole a secrezione interna.
- Sistema riproduttore. Apparato riproduttore maschile e femminile. Riproduzione: anfigonia; partenogenesi. Fecondità.

III. LA VITA DEGLI INSETTI
- Sviluppo postembrionale. Mute. Metamorfosi: ametabolia; eterometabolia; olometabolia prop. detta. Stadi postembrionali: neanidi, ninfe, larve, pupe.
- L’insetto adulto. Sfarfallamento. Dimorfismo sessuale e caratteri sessuali secondari. Polimorfismo.

IV. CONCETTI DI PROTEZIONE DELLE COLTURE – DIFESA INTEGRATA
- Dinamica delle popolazioni. Metodi di valutazione delle popolazioni di insetti. La stima di una popolazione. I modelli di crescita di una popolazione di insetti. Le fluttuazioni della popolazione. Le tavole demografiche. L’analisi dei fattori chiave.
- Avversità biotiche e abiotiche.
- Risk menagement. Habitat management, concetto di agroecosistema.
- Metodi di lotta. Lotta integrata: modifiche alle relazioni fra insetti e clima, fra insetti e piante, fra insetti e biocenosi. Protezione e importazione di agenti di controllo dei fitofagi; diffusione di microrganismi patogeni, manipolazioni genetiche. Mezzi di lotta biotecnici. Lotta meccanica. Criteri selvicolturali. Insetticidi e loro meccanismi di azione - formulati.
- IPM ( integrated pest menagement).

V. ENTOMOLOGIA FORESTALE
- Classificazione dei boschi. Ecologia forestale. Ecosistema foresta. I fattori climatici ed edafici. Nozioni generali sugli insetti forestali.
- Lettiera. Criptosfera. Organismi coinvolti nel processo di umogenesi.
- Gli insetti nella foresta: effetti positivi e negativi. Rapporti tra insetti e piante (relazioni tritrofiche). Influenza dei fattori biotici e abiotici.
- Danni causati dagli insetti alle foreste. Predisposizione del bosco e resistenza agli attacchi dei fitofagi.

PARTE SPECIALE
Riconoscimento, caratteristiche morfologiche e biologiche degli Ordini, delle Famiglie e delle Specie di Insetti riportate di seguito.

A. INSETTI DANNOSI IN AMBIENTE FORESTALE
FITOMIZI
Aphidoidea
- Adelgidae: Sacchiphantes viridis, S. abietis, Adelges laricis, Gilletteella cooleyi, Pineus pini, P. cembrae, Dreyfusia nordmannianae
Coccoidea
- Cryptococcidae: Cryptococcus fagisuga
DEFOLIATORI
Lepidoptera
- Coleophoridae: Coleophora griseana
- Tortricidae: Zeiraphera diniana,
- Thaumetopoeidae: Thaumetopoea pityocampa, T. processionea
- Lymantriidae: Lymantria dispar
GALLIGENI
Diptera
- Cecidomyiidae: Mikiola fagi
Hymenoptera
- Cynipidae: Cynips spp., Dryocosmus kuriphilus

SPERMOCARPOFAGI
Lepidoptera
- Tortricidae: Cydia splendana
XILOFAGI
Coleoptera
- Lyctidae: Lyctus brunneus
- Cerambycidae: Hylotrupes bajulus,
- Scolytidae: Tomicus minor, , Scolytus multistriatus, S. sulcifrons, , Ips typographus, I. sexdentatus, I. acuminatus

B. INSETTI DANNOSI IN FRUTTICOLTURA DI MONTAGNA
Drupaceae:
Myzus persicae, Cydia molesta e Anarsia lineatella.
Pomaceae:
Dysaphis plantaginea, Eriosoma lanigerum, Lithocolletis blancardella, Leucoptera malifolliella,Sesia apiformis, Cydia pomonella, Anisandrus dispar.
Vite:
Lobesia botrana, Eupoecilia ambiguella, Empoasca vitis, Scaphoideus titanus.
Fruttiferi minori:
Gonocerus acuteangulatus, Curculio nucum ( nocciolo); Cydia splendana, Curculio elephas, Dryocosmus kuriphilus ( castagno ); Rhagoletis completa (noce); Byturus tomentosus, Drosophila suzukii (lampone, mirtillo).
Prerequisiti:  Lo studente deve possedere conoscenze che riguardano i principali aspetti botanici e colturali delle specie coltivate e di quelle arboree forestali più frequenti nei nostri ambienti
Propedeuticità:  Biologia animale, Botanica, Selcicoltura e Assestamento
Materiale didattico:  J.F. Abgrall, A. Soutrenon – La forêt et son ennemis. Cemagref,
Grenoble.
AA. VV. – Manuale diZoologia agraria. Antonio Delfino Editore.
A. Battisti et al. Lineamenti di zoologia forestale. Padova
University Press.
P. Baronio, N. Baldassari. Insetti dannosi ai boschi di conifere.
Edagricole editore
R.G. Davies – Lineamenti di Entomologia. Zanichelli.
R. Dajoz - Ecologie des insectes forestiers. Gaulthier-Villars.

FONTI ICONOGRAFICHE
http://www.forestryimages.org
http://www.leps.it/indexjs.htm
Modalità d'esame e altre info:  l'accertamento delle competenze si volgerà attraverso una prova
orale che consiste in una domanda di carattere generale legata
all'entomologia generale, seguita da una o più domande relative
alla dinamica di popolazione, alla difesa e alla gestione degli
ecosistemi forestali
DOWNLOAD
Programma di Difesa delle piante mod. 1: entomologia forestale (versione in pdf)
indietro
Università degli Studi di Milano