Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   
Legislazione alimentare
Codice: G-00Z-
Docente:  Andrea Vitale
Anno di corso:   
Quadrimestre/semestre: 
CFU: 
Articolazione dei CFU: Lezioni frontali: 4
Obiettivi formativi:  Acquisizione delle regole fondamentali dell’ordinamento italiano e comunitario che soprassiedono al settore alimentare
Competenze acquisite:  A fine corso lo studente avrà acquisito la metodologia di ricerca delle fonti normative nel settore alimentare e sarà in grado di utilizzare tale metodologia, sia nell'ambito dei controlli ispettivi alimentari, sia nella stesura dei manuali operativi per il sistema HACCP e per la certificazione di qualità
Sintesi del programma:  1) Le fonti del diritto alimentare (1 CFU)2) La legislazione "repressiva" e quella "preventiva" (2CFU)3) I controlli obbligatori e gli organi ufficiali preposti al controllo (0,5 CFU)4) Le singole fattispecie di reato in materia alimentare (0,5 CFU)
Programma:  Le fonti in materia di diritto alimentare, la costituzione e l’evoluzione del concetto di diritto alla salute, il contesto socio-economico nel quale deve essere inquadrata la legislazione alimentare, la normativa italiana e quella europea.La legislazione di tipo “repressivo” e quella di tipo “preventivo”. Caratteristiche salienti delle due tipologie legislative, il codice penale, la legge 283/62, le procedure di autocontrollo con particolare riguardo all’esame del Dlgs 155/97 ed all’esame del Dlgs 507/99. Brevi cenni in materia degli strumenti a tutela dei consumatori ed in particolare la Class Action. I sistemi preventivi obbligatori di controllo degli alimenti, in particolare la procedura HACCP supportata dall’esame e dal commento di un estratto di un manuale di autocontrollo e di una delega di responsabilità aziendale. I sistemi facoltativi di controllo e certificazione, l’ISO 22000. Il controllo di filiera.I controlli obbligatori e gli organi ufficiali preposti al controllo. I NAS, le ASL e la Polizia Annonaria. L’oggetto dell’ispezione nel settore alimentare, le modalità delle attività ispettive, i requisiti dei locali e delle attrezzature utilizzati, l’igiene del personale e delle procedure di pulizia e sanificazione. Il prelievo e l’analisi dei campioni, la prescrizione nell’attività di vigilanza sull’autocontrollo.Le singole fattispecie di reato in materia di diritto alimentare contemplate dal codice penale. Esame delle norme ed applicazione delle stesse in relazione a quanto disposto dalla normativa preventiva.Prova scritta facoltativa preliminare all’esame orale
Prerequisiti:  Nessuno
Propedeuticità:  Nessuna
Materiale didattico:  TESTO: ANDREA VITALE, Manuale di legislazione alimentare, Prefazione di Dario Casati, Franco Angeli Editore, Terza Edizione, Milano, oltre al materiale fornito dal docente visionabile nella bacheca
Modalità d'esame e altre info:  Durante le lezioni vengono organizzati incontri con figure direttive e gestionali delle principali aziende italiane e multinazionali operanti nel settore alimentare e della ristorazione collettiva
DOWNLOAD
Programma di Legislazione alimentare (versione in pdf)
indietro
Università degli Studi di Milano