Logo Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano foto
Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Università degli Studi di Milano
contatti    cerca    mappa   

Risposte alle osservazioni/suggerimenti e reclami anonimi

Modalità d'esame dell'insegnamento di Contaminazione biotica degli alimenti e dell'ambiente U.D. 2 (CdS in Scienze e tecnologie della ristorazione)

Reclamo: Scrivo per segnalare che l'esame di patologia delle derrate alimentari ha una durata di meno di cinque minuti. L'esame consiste in un test informatico di 20 domande a risposta multipla. In meno di cinque minuti è difficile affrontare un esame universitario sotto forma di test. Se si esclude l'alternativa di dare risposte a caso, non si ha il tempo di leggere, riflettere e rispondere correttamente alle domande, e in questo modo è anche difficile superare l'esame con il massimo dei voti. E' normale avere meno di 15 secondi per leggere e rispondere a una domanda? (17 luglio 2017)
 
Risposta: Dopo avere parlato delle modalità di esame con il prof. Pasquali emerge quanto di seguito riportato.
La modalità di esame prevede:
•  uno scritto con una ventina di domande (vero o falso, scelta singola, scelta multipla) per verificare la conoscenza di alcune nozioni chiave della materia
•  un orale per verificare le capacità discorsive, di ragionamento e di collegamento tra gli argomenti
•  a scelta dello studente per migliorare il voto, una piccola ricerca su una ipotesi diagnostica del binomio derrata/patogeno scelti.
Lo scritto ha una durata di circa 5 minuti abbondanti. Questa scelta è stata attuata per evitare che si presentino per sostenere l’orale gli studenti che non hanno un livello minimo di preparazione sufficiente a superarlo. Riguardo al tempo (ridotto) per rispondere alle domande il docente conferma che essi sono commisurati al livello di difficoltà delle domande stesse. Infatti due terzi delle persone che hanno sostenuto ultimo appello hanno passato lo scritto. La finalità dello scritto "in un dato tempo" è verificare che almeno il 40% delle informazioni di base veicolate nel corso siano parte del background conoscitivo dello studente. Dagli esami effettuati emerge che su un totale di circa 30 persone che hanno sostenuto l’esame sei persone hanno ottenuto il massimo dei voti (due 30 e lode e quattro 30) a dimostrazione che è possibile prendere voti alti.
Ad ogni modo, per gli studenti che non riuscissero a superare per 3 volte di seguito lo scritto, il docente si rende disponibile all'appello successivo ad effettuare l'esame in forma solo orale.
Il Presidente del CD
Prof. Salvatore Ciappellano

Comportamento poco professionale di alcuni docenti (CdS in Valorizzazione e tutela dell'ambiente e del territorio montano)

Reclamo: Gli atteggiamenti di alcuni docenti verso gli studenti non sono corretti in quanto danno risposte spesso inconcludenti facendo passare gli studenti stessi per "stupidi e ignoranti". Vorremmo capire se la loro disponibilità nel dare spiegazioni e risposte sia una disponibilità "obbligata" contro la loro voglia oppure no, perché cominciamo a essere stanchi di essere trattati come stupidi. Non abbiamo bisogno di persone saccenti e arroganti ma di persone con voglia di insegnare e con passione, con pazienza ed educati perché noi studenti siamo qui per imparare non per essere trattati come stupidi. (11 luglio 2017)
 
Risposta: Il reclamo in oggetto non può trovare risposta non essendo un reclamo, né un'osservazione, né un suggerimento (sebbene sia in chiaro collegamento con la risposta - evidentemente non gradita - ad un precedente reclamo). Duole rilevare come alcuni (fortunatamente pochi) studenti non comprendano il valore di questo strumento di segnalazione. L'anonimato di chi pone il reclamo è finalizzato a consentire la massima libertà nell'esposizione di fatti ed opinioni, che possibilmente rivestano un carattere generale, e non a coprire singole posizioni supportate da scarse argomentazioni o addirittura gratuite. Inoltre, si sottolinea come l'anonimato completo impedisca ogni possibilità di approfondimento ed eventualmente di contradditorio. Al contrario la firma del reclamo, la cui identità è garantita dal Gestore del servizio e dal Presidente di CdS, consentirebbe di attivare un contatto sicuramente utile a risolvere positivamente quanto segnalato. In ultima istanza, gli studenti che non volessero in nessun modo rendersi identificabili dal corpo docente possono comunque rivolgersi ai propri rappresentanti, la cui funzione è proprio quella di portare le loro istanze all'attenzione dei docenti.
Confido in un più saggio utilizzo degli strumenti a disposizione.
Il Presidente del CD
Prof. Gian Battista Bischetti

Mancato utilizzo della bacheca di CdS da parte di alcuni docenti (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Per una questione di logistica e chiarezza, sarebbe carino se tutti i professori segnalassero eventuali spostamenti o annullamenti delle lezioni sulla bacheca di corso o anche sul proprio profilo di Ariel. Al contrario attualmente capita spesso che queste informazioni vengano dette a voce a lezione, ma con il rischio di non essere chiari o che l'informazione non giunga a tutti gli studenti interessati, magari assenti in quel momento. (4 giugno 2017)
 
Risposta: Si desidera sottolineare che i docenti sono regolarmente invitati a utilizzare lo strumento della bacheca per ogni tipo di segnalazione che riguardi le attività didattiche. Si è reiterato tale invito mediante comunicazione e-mail al corpo docente.
Il Presidente del CD
Prof. Diego Mora

Esame di Produzioni Zootecniche (CdS in Valorizzazione e tutela dell'ambiente e del territorio montano)

Reclamo: Il reclamo che faccio é a causa del atteggiamento del professore verso alcuni studenti del corso di Edolo.... in particolare nell'ultimo esame in cui é stato accusato uno studente di aver copiato senza alcuna prova e soprattutto del aver dato dell'ignorante/stupido senza alcun ritegno... (4 maggio 2017)
 
Risposta: Le affermazioni dello studente in merito allo svolgimento dei fatti non corrispondono al vero. Il docente ha infatti fornito copia di quanto trovato in possesso dello studente allontanato dalla prova scritta e le affermazioni attribuite al docente non hanno trovato riscontro.
A proposito di comportamento si ricorda che, al pari dei doveri dei docenti, il Codice Etico dell'Ateneo prevede che gli studenti sono tenuti a rispettare l’Istituzione universitaria, il personale docente e tecnico-amministrativo, e che è loro dovere osservare la massima regolarità nel percorso degli studi e rispettare rigorosamente le norme che disciplinano le lezioni, la cooperazione alla ricerca, lo svolgimento degli esami e la proprietà intellettuale. Il tentativo di copiare o comunque l'utilizzo di materiale non ammesso durante gli esami di profitto infrange tali doveri, costituisce un illecito disciplinare e come tale può essere segnalato al Rettore per le sanzioni del caso, e si può configurare come reato penale.
Infine, si ritiene di dover biasimare la genericità del reclamo, l'anonimato che impedisce ogni ulteriore verifica, e la precarietà della sintassi.
Il Presidente del CD
Prof. Gian Battista Bischetti

Esame di Contaminazione biotica degli alimenti e degli ambienti - unità didattica 1 (CdS in Scienze e tecnologie della ristorazione)

Reclamo: Ho sostenuto l'esame sopra citato due volte, ovviamente poche rispetto ad altri miei più sfortunati colleghi. Le problematiche che mi sento di sollevare sono riferite all'insegnante, nei termini della netta imparità delle domande e delle giudizi, nei termini delle domande decisamente specifiche poste all'esame e non spiegate durante il corso.
Cosciente del fatto che queste opinioni, seppur comuni tra gli studenti, non siano facilmente rilevabili da altri docenti, prego almeno di risolvere la questione peggiore: l'insegnante si presenta ad ogni appello con svariati minuti di ritardo, porto ad esempio l'appello tenutosi in data odierna, fissato per le ore 9:30 e a cui la professoressa si è presentata alle ore 11, senza avvisare nessuno, compresi prof. Saracchi e Sardi, presenti per tenere i rispettivi esami, trovatisi di conseguenza senza elenco degli iscritti. (16 febbraio 2017)

 
Risposta: A seguito della segnalazione è stato contattato il docente e constatato il fatto del ritardo dovuto a cause non previste, si è proposta una soluzione che dovrebbe garantire gli studenti nel regolare svolgimento dell'esame. Le prove di accertamento relative ai due moduli potranno essere separate in modo da dare la possibilità ai docenti coinvolti di organizzare l'orario in modo più consono agli impegni della ricerca e della didattica, evitando disagi agli studenti.
Il Presidente del CD
Prof. Salvatore Ciappellano

Ritardo nella pubblicazione degli esiti dell'esame scritto di Tecnologia della formulazione dei prodotti alimentari (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Buongiorno, da quanto so anche altri studenti si sono già lamentati a questo proposito. Noi abbiamo sostenuto l'esame scritto il 9 gennaio 2017 e il docente ha annunciato che avrebbe sostenuto l'orale il 24 mattina nel suo ufficio. Ora, oggi è il 21 e sapendo che nessuno pubblica esiti nè sabato nè domenica, i risultati verranno esposti il 23. Cosa non inusuale in questo corso in quanto avviene sempre in questo modo, a nostro giudizio ingiusto e non corretto verso noi studenti che di esame non ne dobbiamo preparare solamente uno, ma di più in una volta. Non è possibile che la docente non risponda alle e-mail e che in tutti questi giorni non abbia avuto modo di pubblicare gli esiti dell'esame. E non è neanche possibile che questa docente metta il prossimo appello a marzo, quando la sessione per gli esami è a febbraio e a marzo, secondo il regolamento dell'Università, non si potrebbero fare esami, in quanto periodo di lezione. Noi studenti di questo corso siamo più che stufi di questa situazione, che ci rende più difficile superare l'esame. (21 gennaio 2017)
 
Risposta: A seguito del reclamo il collegio docenti, verificata l’assenza nei regolamenti didattici di indicazioni relative ai tempi che devono intercorrere tra la comunicazione degli esiti degli esami scritti e la data in cui si svolge la relativa parte orale dello stesso esame ha deliberato quanto segue: "Nel caso in cui l'appello d'esame preveda una parte scritta ed una orale il cui accesso dipenda dall'esito dello scritto, i docenti che afferiscono al collegio didattico dei corsi di laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari sono tenuti a comunicare gli esiti della parte scritta dell'esame almeno 3 giorni prima della data prevista per la parte orale dello stesso esame.
Il Presidente del CD
Prof. Diego Mora

Ritardo nella pubblicazione delle date dei prossimi appelli d'esame (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Buongiorno, io ed altri miei colleghi abbiamo notato che vari docenti del secondo e terzo anno non hanno ancora indicato online la data dell'appello di febbraio. Chiediamo che venga inserita al più presto per poterci organizzare al meglio visto che alcuni di noi sono lavoratori e devono chiedere mezza giornata libera o cambiare il turno per sostenere gli esami. (15 gennaio 2017)
 
Risposta: I docenti sono stati sollecitati a pubblicare le date dei prossimi appelli d'esame, che sono ora presenti per tutti gli insegnamenti.
Il Presidente del CD
Prof. Diego Mora

Frequenza appelli d'esame dell'insegnamento di Matematica ed Elementi di Fisica U.D. Matematica (CdS in Scienze e tecnologie della ristorazione)

Reclamo: Vorrei proporre dato l'importanza della materia in quanto blocca il tirocinio e l'alto tasso di bocciati un appello al mese in modo da dare la possibilità di superarlo senza dover andare fuori corso per via di una materia (28 novembre 2016)
 
Risposta: Ormai da anni gli esami non sono più mensili, in quanto il regolamento didattico d'Ateneo vieta di svolgere appelli d'esame durante i periodi di lezione, ad eccezione di quelli rivolti a studenti fuori corso.
I 6 appelli annuali, previsti dal regolamento, credo che diano una adeguata opportunità di superare l'esame quando preparati.
Il Presidente del CD
Prof. Salvatore Ciappellano

Docente del corso di Matematica e statistica U.D. 1 Matematica (CdS in Scienze e tecnologie agrarie)

Reclamo: La prof dà molte cose per scontate... forse essendo alle prime esperienze non riesce bene ad interfacciarsi con noi studenti creando magari confusione in spiegazioni di argomenti banali. (3 ottobre 2016)
 
Risposta: La docente è stata informata circa le problematiche segnalate e si è resa disponibile per cercare di migliorare l’efficacia delle sue lezioni.
Il Presidente del CD
Prof. G. Matteo Crovetto

Aula 208 (CdS in Scienze e tecnologie agrarie)

Reclamo: L'aula 208 risulta troppo piccola e le slide e la lavagna si riescono a visionare fino alle terza fila quindi sono appena 20 studenti che godono del privilegio di vedere il materiale proiettato.. (3 ottobre 2016)
 
Risposta: L'aula 208 offre un numero di posti congruente con il numero di immatricolati al I anno del CdS. I problemi di visualizzazione, purtroppo, non dipendono dal CdS ma dalla struttura di Ateneo che gestisce le aule, a cui è stata inoltrata la segnalazione.
Il Presidente del CD
Prof. G. Matteo Crovetto

Insufficiente capienza aula C04 (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Secondo l'orario ufficiale, il terzo anno di STAL dovrà svolgere tutte le lezioni del primo semestre nell'aula C04, la quale però non risulta idonea in quanto i posti vengono saturati prima dell'inizio delle lezioni. Ne consegue che molti studenti soono obbligati a seguire le lezioni sugli scalini laterali. Si richiede dunque una sistemazione più adeguata per permettere a tutti i frequentanti di seguire. (30 settembre 2016)
 
Risposta: A seguito della segnalazione pervenuta si è cercato di individuare un’aula più capiente, ma ciò non è stato purtroppo possibile per il primo semestre senza interferire con l’organizzazione didattica di altri corsi di laurea.
Si è quindi verificato il reale problema di sovraffollamento con il corpo docente coinvolto nelle lezioni del terzo anno di STAL e, dopo un paio di settimane, il numero di frequentanti è apparso adeguato alla capienza dell’aula.
Si provvederà a trovare un’aula più capiente per il secondo semestre, per evitare nuovi disagi nelle prime settimane di lezione.
Il Presidente del CD
Prof. Diego Mora

Appello d'esame di Chimica e tecnologia degli aromi del 19/09/2016 (CdS in Scienze e tecnologie della ristorazione)

Reclamo: Oggi 19/09/16 durante l'esame di chimica degli aromi, il Prof. Tateo ha tenuto a mio parere un comportamento poco professionale e irrispettoso nei confronti degli studenti presenti all'appello. [...omissis...]
Io personalmente ho superato con successo l'esame, ma non vi nego il mio fortissimo disagio durante tutta la durata di questo. Non sta a me giudicare se questo tipo di comportamento da parte di un professore universitario che si approccia a ragazzi di 20-22 anni sia corretto o meno, ma mi è sembrato quantomeno doveroso informare chi di dovere in modo che possano essere intrapresi o meno gli opportuni provvedimenti. Spero vivamente che alla fine di tutta la mia carriera universitaria questo risulterà essere un caso isolato.
Confido nell'enorme serietà della persona incaricata a ricevere questa mia segnalazione. (19 settembre 2016)

 
Risposta: In risposta a quanto riportato nel reclamo, faccio presente di avere contattato il docente e di avere avuto una lunga telefonata a chiarimento di quanto accaduto. Il docente ha confermato di avere utilizzato alcune frasi che avrebbero dovuto sdrammatizzare la situazione di stress ma che probabilmente il suo intento non è andato a buon fine. L'intento del docente non era quello di mettere ulteriormente in difficoltà l'esaminando ma di alleggerire la tensione.
E' stato convenuto che gli esami nei prossimi appelli saranno condotti in modo più asettico onde evitare fraintendimenti da parte dello studente sta sostenendo l'esame o da perte di quelli che sono in attesa.
Il Presidente del CD
Prof. Salvatore Ciappellano

Esame di Analisi chimiche dei prodotti alimentari (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: All'inizio del semestre, durante la presentazione del corso, la professoressa ha suggerito caldamente di svolgere le relazioni di laboratorio in modo da avere punti in più all'esame (in quanto il laboratorio ha dei crediti ed è parte dell'esame). A fine semestre, dopo averle svolte tutte, ha detto che non ne tiene conto in sede di esame. Non mi sembra corretto e allora è stata una perdita di tempo e di soldi!
In sede di esame, il 27/06/2016 (secondo appello), prima di iniziare lo scritto, ha informato tutti che, in caso di insufficienza, ci sarebbe stato il salto d'appello. Se ci si fosse ritirati,invece, avremmo potuto ridare l'esame l'11/07 (ultimo appello). Non mi sembra corretto poichè, oltre ad esserci solo 3 date in tutta la sessione, se uno studente che si presentava al secondo appello, non ha più possibilità di fare un secondo scritto. (1 luglio 2016)

 
Risposta: Le affermazioni dello studente in merito all'assenza di valutazione delle relazioni di laboratorio non corrispondono al vero. Il docente ha corretto 2 volte (durante e alla fine del corso) ogni relazione presentata da ciascun studente attribuendole una idonea valutazione in relazione alla qualità e alla correttezza scientifica del materiale presentato.
Si comunica inoltre allo studente che le modalità di esame sono a discrezione del docente.
Il Presidente del CD
Prof. Diego Mora

Difficoltà prova d'esame dell'insegnamento di Difesa del suolo (CdS in Valorizzazione e tutela dell'ambiente e del territorio montano)

Reclamo: Diversi studenti in accordo lamentano e si domandano del perchè l'esame scritto di idraulica abbia una difficoltà di risoluzione e di comprensione così elevato, in quanto siamo un'università di agraria e non di ingegneria. Secondo l'opinione di molti studenti, la difficoltà non è proporzionale sia al numero di crediti che al livello di un'università triennale di agraria. (7 aprile 2016)
 
Risposta: Sentiti i docenti interessati, è stato verificato che gli obiettivi del corso sono congruenti con quanto contenuto nel manifesto degli studi per il corso di laurea, e in linea con il programma degli insegnamenti di idraulica agrarie e forestale dei principali Atenei italiani per la laurea della classe L25.
Inoltre, il tema della progettazione degli impianti idraulici è una parte delle competenze stabilite dalla legge sull'Ordine professionale dei dottori agronomi e forestali, e viene sviluppato tenendo conto del percorso triennale della laurea.
I docenti, infine, sono costantemente impegnati nel cercare soluzioni didattiche che consentano di migliorare l'apprendimento senza abbassare il livello di preparazione e disponibili a fornire chiarimenti e spiegazioni, anche se tale disponibilità viene colta solo da una esigua minoranza di studenti.
Il Presidente del CD
Prof. G. Carlo Lozzia

Svolgimento ed esame insegnamento di Laboratorio territoriale (CdS in Scienze agroambientali)

Reclamo: Ho appena terminato il laboratorio territoriale e sostenuto l'esame. Sono rimasto molto deluso dal corso. Tutte le lezioni svolte non sono servite, se non marginalmente, per la realizzazione del progetto, unico oggetto dell'esame. Sono state una totale perdita di tempo. Peraltro il progetto stesso non è stato seguito da parte dei docenti. Ognuno di noi si è dovuto arrangiare, senza avere una traccia da seguire.
Chiedo che per il prossimo anno venga cambiata la modalità di svolgimento del laboratorio. Segnalo inoltre che mancava coordinamento tra i docenti stessi che molte volte non si sono presentati a lezione senza preavvisare. (22 marzo 2016)

 
Risposta: Ho incontrato i docenti interessati dall'insegnamento in oggetto e discusso con loro della cosa. Mi sarebbe stato più facile e costruttivo farlo in un incontro aperto a voi studenti, ma l'anonimato mi ha impedito di farlo. Mi auguro comunque che le critiche fatte, che ritengo eccessive in alcune affermazioni categoriche, possano servire per migliorare il Laboratorio già a partire dal prossimo anno.
Il Presidente del CD
Prof. G. Matteo Crovetto

Problemi logistici nel II semestre (CdS in Scienze della produzione e protezione delle piante)

Reclamo: Sono tante le cose da segnalare in questo secondo semestre.
Partiamo dalla stesura dell'orario, decisamente pessimo; 5 ore buche il martedì e tre ore buche il giovedì. Purtroppo non tutti abitano a 10 minuti dall'università; ok che questo tempo lo si può impiegare ad esempio in biblioteca o a tirocinio però non mi sembra una stesura dell'orario ben ponderata.
In secondo luogo segnalo la sovrapposizione di praticamente tutti i corsi da 3CFU (quelli da aggiungere al piano di studi) con i corsi obbligatori della magistrale; visto i "buchi" dell'orario segnalati sopra era veramente difficile riuscire in questa impresa.
Infine segnalo la totale mancanza di logica nell'assegnazione dell'aula C05 per il corso di fitoiatria del professor Iriti, dato che vi partecipano gli alunni del primo e del secondo anno; il risultato è quello di gente seduta per terra o, per i più fortunati, sul portaombrelli. Situazione del tutto inaccettabile, dato che ci si trova in un'università per seguire delle lezioni e non su un treno di pendolari.
Spero che, grazie a un vostro intervento, la situazione cambi al più presto al fine di migliorare la nostra vita universitaria. (8 marzo 2016)

 
Risposta: L'aula del corso di Fitoiatria è stata cambiata.
La sovrapposizione di orari tra insegnamenti obbligatori e insegnamenti opzionali, visto anche l'elevato numero di corsi di studio in essere, è purtroppo inevitabile. Per gli opzionali vi è la possibilità per lo studente di scegliere in che anno frequentarli e a volta questo aiuta, anche se non sempre.
Per il problema delle "ore buche" posso assicurare che la segreteria didattica di facoltà si sforza sempre di cercare di limitarle, ma il numero di aule limitato rispetto al numero di insegnamenti offerti rende il tutto difficile e non sempre risolvibile.
Il Presidente del CD
Prof. G. Matteo Crovetto

Aula inadeguata per le lezioni di Anatomia, fisiologia e genetica animale U.D. 1 (CdS in Scienze e tecnologie agrarie)

Reclamo: L'aula V3 in cui si svolge il corso di anatomia e fisiologia degli animali domestici (Prof. Rosi Fabia) è poco consona allo svolgimento delle lezioni. Le persone agli ultimi posti fanno fatica ad ascoltare (cattiva acustica del microfono che salta in continuazione) e vedere in quanto coperti dalle persone davanti a loro, perché l'aula è praticamente sullo stesso livello. Inoltre, la professoressa non riesce ad interagire con gli alunni quanto vorrebbe perché il microfono la costringe a stare sempre ferma in un unico punto, pertanto sarebbe comodo avere un microfono portatile senza fili. Spero che possiate venirci incontro nei limiti del possibile (2 marzo 2016)
 
Risposta: il CASLOD ha trovato una soluzione più adeguata e le aule sono state cambiate.
Il Presidente del CD
Prof. G. Matteo Crovetto

Valutazione non equa delle prove d'esame dell'insegnamento di Chimica analita con elementi di chemiometria del 17/02/2016 (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: In data 17/02 è stato svolto il compito scritto di Chimica analitica, nel quale agli studenti sono state consegnate tracce diverse (si presume siano due); durante lo svolgimento, il professore si è accorto che una delle due tracce conteneva degli esercizi erronei, e per questo ha "abbonato" agli studenti, con quella traccia, i suddetti esercizi (totalmente 6 punti su 30). Questo è palesemente ingiusto nei confronti della metà aula che non ha ricevuto la traccia erronea, in quanto questi studenti hanno dovuto fare degli esercizi in meno con punti "gratuiti". Si richiede quindi al docente di revisionare nuovamente i compiti e di offrire una correzione imparziale ed equa per tutti. (29 febbraio 2016)
 
Risposta: il docente afferma che la gestione delle tracce dell'esame scritto del 17/02 non ha determinato in nessun modo disparità di trattamento tra gli studenti in merito alla valutazione degli elaborati. La correzione degli elaborati è stata effettuata in modo equo ed imparziale.
Il Presidente del CD
Prof. Diego Mora

Ritardo nella verbalizzazione degli esiti dell'esame di Operazioni unitarie della tecnologia alimentare del 27/01/2016 (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: E' stato svolto in data 27/01/16 l'esame di Operazioni Unitarie della Tecnologia Alimentare e dopo quasi un mese non sono ancora stati verbalizzati i voti sul SIFA. E' una conferma dell'estrema lentezza della professoressa in quasi tutte le occasioni (17 febbraio 2016)
 
Risposta: il docente si scusa per il ritardo nella verbalizzazione ma ricorda agli studenti che gli esiti degli esami erano stati puntualmente comunicati ed esposti in bacheca. Il docente sottolinea inoltre che la sua disponibilità nei confronti degli studenti non è mail venuta meno e li invita ad un dialogo più frequente e continuativo.
Il presidente del corso di laurea invita inoltre gli studenti a cercare il dialogo con i docenti e i rispettivi tutor limitando l'impiego del reclamo ufficiale solo quando questo dialogo viene a mancare.
Il Presidente del CD
Prof. Diego Mora

Ritardo nella pubblicazione degli esiti dell'esame di Chimica Organica del 27/01/2016 (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: In data 27 gennaio si è svolto l'esame di chimica organica. Sono passati 20 giorni, e tra una settimana c'è l'appello di febbraio. Si chiede cortesemente alla docente di pubblicare gli esiti al più presto in modo che chi non ha passato l'esame di gennaio si organizzi per partecipare all'esame di settimana prossima. (17 febbraio 2016)
 
Risposta: il docente si scusa per il ritardo e comunica che ha pubblicato gli esiti degli esami in data 17/02/2016.
Si comunica inoltre che il presidente del collegio didattico ha richiamato tutti i docenti a procedere in tempi ragionevoli alla correzione delle prove scritte di esame.
Il Presidente del CD
Prof. Diego Mora

Difficoltà nello svolgimento del tirocinio formativo (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Non capisco come mai in una università come la nostra è così difficile trovare un tirocinio curriculare per ognuno di noi. Praticamente tutti i professori sono pienissimi e non c'è un servizio che ti aiuti davvero a trovarne uno magari anche esterno. Dobbiamo arrangiarci da soli. (11 gennaio 2016)
 
Risposta: il reclamo è generico e, a causa dell’anonimato dello studente, non consente una verifica e un intervento correttivo mirato.
Si sono comunque invitati tutti i docenti a rendersi disponibili a seguire gli studenti durante il tirocinio formativo, comunicando eventuali opportunità attraverso la bacheca del CdS, e si ricorda che i tutor sono a disposizione per aiutare gli studenti ad organizzare il loro tirocinio.
Il Presidente del CD
Prof. Diego Mora

Mancata comunicazione del cambio di aula per la lezione di Processi della tecnologia alimentare con elementi di packaging - Mod. 2: packaging del 11/01/16 (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: a seguito degli atti vandalici all'aula dove viene solitamente tenuto il corso si scopre solo a pochi minuti dall'inizio della lezione che è stata trasferita in un aula differente (da C04 a V01), a dieci minuti di distanza a piedi. Nessun avviso è stato apposto in bacheca.
Ci saremmo aspettati che almeno il docente iniziasse dopo un quarto d'ora accademico o che scrivesse qualcosa in bacheca, cosa purtroppo non accaduta. (11 gennaio 2016)

 
Risposta: si comunica che lo spostamento di aula relativo al corso di Packaging del 11/01/16 è stato comunicato pochi minuti prima della lezione e non è stato possibile informare prontamente gli studenti ad eccezione di un avviso cartaceo posizionato all'ingresso dell'aula C04.
Nel caso si ripetano imprevisti di questo tipo si provvederà immediatamente a comunicare in bacheca la variazione di aula e a posticipare l'inizio della lezione per consentire agli studenti di raggiungere in orario la lezione.
Il Presidente del CD
Prof. Diego Mora

Comportamento del docente del corso di Analisi sensoriale ed elaborazione dei dati (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Vorrei portare alla luce alcuni comportamenti a mio avviso inammissibili:
- obbligo di comprare il libro "Analisi sensoriale" scritto dal docente. Mi pare che ognuno sia libero di fare riferimento al materiale che ritiene più idoneo e soprattutto non tutti hanno la disponibilità economica di comprare tutti i libri e li prendono in prestito in biblioteca. Ognuno dev'essere libero di acquistare il suo libro, invece è capitato che la docente facesse alzare la mano in aula per sapere chi ancora non avesse comprato il libro. Oltretutto è un testo poco specifico e con molti errori;
- l'esame è formalmente segnato come orale, invece viene svolto un esame scritto, in questo modo non si da la possibilità a uno studente di accettare o rifiutare l'esame perchè arriva direttamente il verbale con il voto;
- il docente, nel corso che ho seguito nel 2015, è stato costantemente in ritardo sia alle lezioni che ai laboratori.
- il docente tratta con superiorità e insolenza chi chiede spiegazioni sullo svolgimento dell'esame. E' possibile che ci siano delle incomprensioni visto che l'esame è piuttosto complicato. In un episodio molto spiacevole, mi è capitato di chiedere al professore se avessi potuto ritirarmi dall'esame (mi pare di avere il diritto di farlo) e dopo un'insolente risposta "Allora non doveva nemmeno presentarsi" disse che se non mi fossi ritirata e avessi preso un qualsiasi voto (anche 2 o 3) esso avrebbe fatto media con il prossimo esame di Analisi che avrei dato.
A mio avviso questo corso è del tutto marginale al corso di laurea perchè fine a se stesso e nemmeno troppo approfondito. Dovrebbe essere considerato come tale sia dal docente, che pretende troppo, sia da chi si occupa dell'attribuzione dei crediti formativi. Non faccio questo reclamo per rancori verso il professore, ma perchè spero che nessun altro studente passi un'esperienza come la mia (e quella di altre persone). (1 dicembre 2015)

 
Risposta: Il docente responsabile del corso desidera informare nuovamente gli studenti che non è obbligatorio l'obbligo della dispensa di cui è autore, ma sottolinea l’importanza di avere a lezione le tabelle statistiche utili ad affrontare gli esercizi che si svolgono in aula.
In merito all'orario delle lezioni, il docente sostiene di aver comunicato all'inizio del corso che le lezioni avrebbero avuto inizio sempre alle 10:45 al fine di accogliere le esigenze delle maggior parte degli studenti frequentanti il corso.
Le modalità di svolgimento dell'esame sono descritte nella scheda dell'insegnamento sul sito web di Facoltà. In merito all'impostazione dell'appello d'esame sul servizio SIFA, il docente conferma che la modalità di svolgimento della prova di valutazione, scritto e/o orale, verrà d'ora in poi specificatamente indicata. Il docente ribadisce inoltre che gli appelli d'esame sono pubblici e che gli studenti non iscritti possono presenziare agli appelli mantenendo un comportamento tale da non recare disturbo agli studenti e ai docenti impegnati nella prova di esame. Si ribadisce inoltre che gli studenti iscritti alla prova d'esame sono liberi di ritirarsi, ovvero di interrompere la prova d'esame, in tal caso verranno registrati sul verbale d'esame con esito respinto. Verranno invece registrati come assenti all'esame gli studenti che regolarmente iscritti alla prova d’appello non si presentino all’esame.
Il Presidente del CD
Prof. Diego Mora

Registrazione degli esiti degli esami di Tecnologia della formulazione dei prodotti alimentari e Ingredienti, additivi e residui negli alimenti (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Buongiorno, si segnala che, anche per l'appello di settembre, le registrazioni dei voti e le prove orali degli esami di Tecnologia della formulazione dei prodotti alimentari e di Ingredienti, additivi e residui negli alimenti della Professoressa Piazza avvengono nella medesima giornata nella quale sono stati pubblicati gli esiti della prova scritta.
Si richiede cortesemente che la Professoressa Piazza possa, nei prossimi appelli, pubblicare gli esiti qualche giorno prima della data delle registrazione e delle prove orali, al fine di permettere a chi vive lontano dall'Università, o a chi lavora o a chi ha altri esami nella medesima giornata di potersi organizzare con un minimo di anticipo.
Grazie della collaborazione. (22 settembre 2015)

 
Risposta: Si pubblica di seguito la risposta del docente interessato:
I fatti: appello scritto del 14 settembre 2015; testo: sei domande aperte per ogni scritto, 83 iscritti. Su richiesta degli studenti il docente non dorme la notte per 1) rispettare i tempi richiesti di rapida correzione, visto l'approssimarsi dell'appello di laurea per il quale molti studenti devono avere chiuso la carriera di esami, 2) consentire lo svolgimento di un appello straordinario per chi, fra questi ultimi studenti, non supera l'esame in corso. Visto l'impegno istituzionale per il progetto MIPAAF EXPO che tiene il docente occupato i giorni prossimi, il docente rinuncia al suo tempo di vita privata per garantire quanto sopra. Inoltre il docente, conscio di possibili disagi, è disponibile a venire incontro a necessità dei singoli studenti.
Quando passa troppo tempo fra lo svolgimento dello scritto e la correzione c'è contestazione da parte degli studenti. Quando passa troppo poco tempo fra lo svolgimento dello scritto e la correzione c'è contestazione da parte degli studenti. Il docente è disorientato.
Laura Piazza

Ritardo nella registrazione degli esiti dell'esame di Tecnologia della formulazione dei prodotti alimentari del 1° luglio 2015 (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Si richiede gentilmente al Professore del corso "Tecnologia della formulazione dei prodotti alimentari", Laura Piazza, di effettuare la registrazione dei voti dell'esame svolto in data 1 luglio 2015, in quanto è impossibile contattarla in ogni modo. (3 settembre 2015)
 
Risposta: Il docente ha provveduto alla registrazione degli esami sostenuti in data 1 Luglio 2015 e si scusa per il ritardo dovuto a improvvisi impegni di lavoro.
Il Presidente del CdS
Prof. Diego Mora

Orario delle lezioni del II anno (CdS magistrale in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Gentili tutti, il reclamo è volto all'organizzazione degli orari delle lezioni del secondo anno di STAL, in cui tenendo presente sia il corso obbligatorio che quelli a scelta orientata, sono state inserite 2/3 ore di lezione (che effettive poi diventano 1/2 ore) al giorno, tutti i giorni. Questo significa, per molti studenti, trascorrere molto più tempo sui mezzi pubblici per recarsi all'università, rispetto alla durata della lezione stessa, con conseguente perdita di tempo, che si dedicherebbe, invece, allo studio oppure l'impossibilità di poter svolgere il tirocinio (soprattutto se esterno) e quindi impossibilità di laurearsi nei tempi previsti.
Premettendo che conosciamo le difficoltà che ci sono per trovare le aule delle lezioni, che sappiamo che i professori hanno molti altri impegni oltre all'insegnamento, il suggerimento è quello di poter accorpare le ore di lezione in pochi giorni e lasciare gli altri giorni liberi per poter svolgere un buon tirocinio o altre attività, potendo partecipare anche tutte le lezioni, che anche se non con frequenza obbligatoria per interesse o necessità si desiderano seguire.
Porgiamo cordiali saluti e ringraziamo anticipatamente per la risposta. (25 agosto 2015)

 
Risposta: L'orario del II anno è molto articolato a causa dei numeri corsi a scelta programmata previsti nel piano didattico, per cui è normale che sia distribuito su tutti i giorni della settimana.
L'orario attualmente pubblicato sul sito è parziale, in quando mancano ancora alcuni corsi; inoltre, va ricordato che le ore del corso di Modellazione, ottimizzazione ed innovazione di processo previste nelle giornate di martedì e mercoledì saranno dedicate alle esercitazioni, che si svolgeranno a turni. Quando si avrà l'orario definitivo si cercherà di accorpare il più possibile i corsi evitando, se possibile, giornate con solo due ore di lezione, ma saranno in definitiva le scelte fatte dagli studenti con i propri piani di studio a determinare l'effettiva articolazione dell'orario per ognuno di essi.
Il Manager didattico
Dr. Roberto Rovelli

Sovrapposizione degli appelli d'esame degli insegnamenti di Analisi chimiche degli alimenti e Operazioni unitarie della tecnologia alimentare il giorno 03/07/2015 (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Trovo assurdo che le uniche prove fissate per il mese di luglio siano state per entrambi gli insegnamenti il giorno 03/07 allo stesso orario. Considerando tra le altre cose che sono tutti e due corsi dello stesso anno mettono in difficoltà sia studenti del secondo anno che studenti prossimi alla laurea obbligando di fatto a sostenere almeno uno dei due esami a Settembre. (7 luglio 2015)
 
Risposta: La sovrapposizione di appello oggetto del reclamo è stata dovuta a improrogabili ed eccezionali esigenze di lavoro di entrambi i docenti nelle date e negli orari precedenti l'appello del 3 luglio.
I docenti dei corsi le cui date di appello sono state criticate sottolineano inoltre che per agevolare gli studenti erano state predisposte altre sessioni di esame in date precedenti al 3 luglio e in date successive, per un totale di 3 appelli di esame nell'intera sessione estiva.
Il Presidente del CdS
Prof. Diego Mora

Valutazione non oggettiva delle prove d'esame (CdS in Produzione e protezione delle piante)

Reclamo: Mi scuso per il disturbo,ma vorrei rendere noto come alcuni docenti diano dei voti molto bassi o alti e non corrispondenti alla prestazione dello studente, che per parere personale mio e anche di molti altri studenti non pare una cosa corretta (31 luglio 2015)
 
Risposta: Ho fatto presente la segnalazione a tutti i docenti del CdS, ma ritengo che i docenti stessi abbiano la capacità e la responsabilità di valutare un esame nella materia di cui sono esperti.
Ciò premesso, troverei comunque più corretto che lamentele siffatte vengano espresse in maniera non anonima e soprattutto non da parte di un solo studente (anonimo) a nome di tanti, come viene asserito.
Il Presidente del CdS
Prof. G. Matteo Crovetto

Comportamento poco corretto e non professionale agli esami (CdS in Scienze e tecnologie agrarie e Scienze agrarie)

Reclamo: Mi scuso per l'anonimato, ma ho già subito ritorsioni da parte di coloro a cui era indirizzato il reclamo. Anche questo direi che è da rivedere! Ritengo sia necessario verificare l'operato di alcuni docenti durante gli esami, non è possibile che per diverse sessioni nessun candidato riesca a superare l'esame, mentre bastano poche lacrime da parte di "candidate carine" per aggiudicare una votazione positiva. Gli studenti che si presentano all'esame sono preparati, naturalmente non sono ancora onniscienti! Un docente non deve essere un carnefice, ma ha anche il compito di guidare oltre che di preparare e, al momento dell'esame, magari senza imprecare, è tenuto a chiedere quanto ha spiegato e non a "inventare" argomenti mai trattati. Che l'Università italiana faccia acqua ormai è assodato, ma forse la colpa è nei docenti tronfi, poco preparati e assolutamente non disponibili, come attestano molti reclami inoltrati, e non degli studenti, come si vuol far credere! Le mie parole sono al vento? Bene, ecco di nuovo la conferma di quanto ho detto. (3 luglio 2015)
 
Reclamo: Mi ritengo una persona educata e corretta, rispettosa delle regole, disponibile al dialogo, possibilmente intelligente, ma non sono disposta a farmi insultare, soprattutto con bestemmie, se ho commesso un errore durante un esame. Mi aspetto di essere corretta, eventualmente anche respinta, ma con educazione, come si addice ad un docente educatore anziano. Invece sono stata trattata come una deficiente e insultata, ripeto, con BESTEMMIE!!! Chi è il maleducato incivile? Lo studente o l'insegnante? E non dite che è falso! (3 luglio 2015)
 
Risposta: Pubblichiamo il reclamo senza il nome degli insegnamenti perché se chi scrive è coperto da anonimato non mi sembra giusto che dei docenti siano esposti senza che abbiano la possibilità di replicare. Faccio comunque presente che il nome di alcuni insegnamenti citati non è corretto, forse è riferito a un altro CdS o... chissà.
In ogni caso mi spiace che una lamentela del genere si trinceri dietro l'anonimato e che la persona che l'ha scritta non sia venuta personalmente a parlarmi e a spiegarmi con chiarezza la situazione. Posso assicurare che non è certo mia intenzione comportarmi in modo tale che chi sporge un reclamo debba poi subire ritorsioni.
Venendo ai punti sollevati, posso solo dire che la cosa sarà da me riportata al prossimo Consiglio di Collegio didattico, dove oltre ai docenti ci sono anche rappresentanti degli studenti. Noi docenti teniamo molto a mantenere con gli studenti un rapporto corretto, pur nella diversità dei ruoli e nell'ambito della nostra funzione educativa. Certi atteggiamenti, se veri, sono certamente da biasimare. Per farlo però serve anche la collaborazione di voi studenti.
Il Presidente del CdS
Prof. G. Matteo Crovetto

Candidati ammessi alla sessione invernale di laurea (CdS in Valorizzazione e tutela dell'ambiente e del territorio montano)

Reclamo: ... omissis ... (3 e 10 febbraio 2015)
 
Risposta: In merito al reclamo pervenuto in data 03/02/2015 e al successivo sollecito del 10/02/2015, che riteniamo essere infamanti nel tono e nei contenuti sia nei confronti dei corpo docente che degli altri studenti, si ribadisce la competenza e la correttezza dei docenti, anche in sede di valutazione.
Si ricorda inoltre agli studenti come l’università debba essere intesa come luogo di maturazione personale e di apprendimento, e non di concorrenza e invidia nei confronti dei colleghi.
Infine, si informa che non possono essere accettati reclami anonimi contenenti frasi non appropriate, toni minacciosi e accuse di tipo diffamatorio, ai quali non verrà pertanto data risposta.
Il Presidente del CdS e il Responsabile del SGQ
Prof. Giuseppe Carlo Lozzia e Prof. Alberto Tamburini

Problemi vari nell'ambito del corso di Idraulica (elementi di idraulica, irrigazione e drenaggio) (CdS in Produzione e protezione delle piante e dei sistemi del verde)

Reclamo: Il reclamo è a nome di diversi studenti.
Il corso è sostenuto da due docenti: il professore segue il primo modulo, mentre la professoressa si occupa del secondo modulo.
I problemi sono i seguenti:
1) Non mettono più appelli per due motivi: uno perchè dicono che non hanno tempo essendo ricercatori, due perchè agli esami non si presentano molti studenti.
2) Chi si deve laureare a febbraio/aprile rischia di non farcela in quanto non ci sono appelli: hanno messo due parziali uno a fine novembre ed uno a fine gennaio. Vorremmo almeno un compito totale per sicurezza.
3) I compiti non vengono letti, controllati e corretti nel modo adeguato: una ragazza era stata bocciata, alla correzione, invece, lei viene a sapere che loro non avevano girato il foglio.
4) La docente non sa dare spiegazioni sugli errori fatti nel compito. E' capitato che lei ci abbia fatto vedere la parte scritta corretta e di avercela fatta semplicemente copiare.
5) Rispondono all'e-mail raramente.
6) Durante un compito la docente se ne è andata senza avvisarci, lasciandoci col suo collega, il quale non sapeva spiegare la parte del secondo modulo. Se avevamo qualche domanda da fare non potevamo chiedere aiuto. A nostro parere dovevamo essere avvisati con un: "Ragazzi se avete bisogno di me sappiate che ci sono fino alle 10.30" per esempio.
7) Durante la lezione noi studenti facciamo fatica a seguire in quanto non sono capaci di spiegare ed insegnare. Il corso infatti è seguito da pochissimi alunni.
Speriamo vivamente che i nostri reclami siano presi in considerazione. Grazie per l’attenzione. (4 novembre 2014)

 
Risposta: I docenti interessati non concordano sui diversi punti riportati nel reclamo. Sono però disponibili ad aprire un appello di esame aggiuntivo tra dicembre e gennaio per venire incontro alle esigenze di alcuni studenti.
Il Presidente del CdS
Prof. G. Matteo Crovetto

Esclusione di alcuni studenti dal laboratorio del corso di Biochimica - U.D. 1 Biochimica generale (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Per le esercitazioni in laboratorio di Biochimica per il primo semestre (prof. Bonomi) è stato fissato un numero massimo di persone in base alla capacità del laboratorio. Ma perchè non è possibile aggiungere un ulteriore giorno di laboratorio così da permettere alle persone che sono state escluse di poter partecipare?
Grazie per l'attenzione (31 ottobre 2014)

 
Risposta: L'esclusione di alcuni studenti è stata determinata da un comunicazione poco chiara circa le modalità di iscrizione alle esercitazioni pratiche.
Gli studenti iscritti al secondo anno del corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari che non si fossero registrati in tempo alle esercitazioni pratiche di laboratorio del corso di Biochimica, possono contattare il docente responsabile del corso per essere integrati nei turni esistenti.
Prof. Diego Mora - Presidente del CD

Ritardo nella registrazione degli esiti dell'esame di Alimentazione e nutrizione umana del 25/09/14 (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Oltre un mese dopo aver sostenuto l'esame e dopo aver contattato inutilmente il docente (che non ha rivolto minima attenzione a tale richiesta), si chiede quindi gentilmente alla Prof.ssa Simona Bertoli di effettuare la registrazione dei voti relativi all'esame orale di Alimentazione e nutrizione umana svolto in data 25 Settembre 2014. (27 ottobre 2014)
 
Risposta: A seguito del reclamo, la Prof.ssa Simona Bertoli si scusa per questo contrattempo e avvisa gli studenti che tutte le registrazioni dell'appello in questione sono state chiuse in data odierna.
Prof. Diego Mora - Presidente del CD

Tempi di pubblicazione degli esiti dell'esame di Elementi di Fisica e Fisica Tecnica Mod. 1 Fisica (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: In data 23 Luglio 2014 è stato svolto l'esame di Elementi di Fisica (prof. Fessas) per il corso di scienze e tecnologie alimentari. Oggi é il 15 settembre 2014 e non sono ancora stati pubblicati gli esiti. (15 settembre 2014)
 
Risposta: La data dell'appello di luglio 2014 è stata concordata in aula. Al fine di favorire la preparazione degli studenti e per non sovrapporsi ad altri esami si è deciso una data a fine luglio pur sapendo che per impegni che trattengono il docente fuori ufficio, (congressi, periodo di agosto etc.), scelta quella data, l'esito sarebbe stato comunicato intorno a metà settembre. Infatti gli esiti di tutti gli esami sono già pubblicati nel sito del docente alla data concordata. Si precisa che tutti gli studenti che hanno dichiarato urgenza (borse di studio etc...) hanno avuto l'esito e la registrazione il giorno dopo l'esame.
Mara Lucisano - Presidente del CD

Tempi di pubblicazione degli esiti dell'esame di Elementi di Chimica e Chimica Fisica (CdS in Scienze e tecnologie della ristorazione)

Reclamo: Mi chiedo se sia una cosa accettabile che dopo ben 44 GIORNI uno studente non sappia ancora se è stato superato o meno l'esame, non dico il voto ma almeno sapere se bisognerà ridarlo (dato che la materia in questione prevede una sola altra chance scritta). E' vero che il professor Fessas ci aveva avvisato che gli esiti sarebbero stati disponibili all'inizio di settembre ma siamo già al 5 e ancora nulla. Io, ma credo anche tanti altri, avrei urgente necessità di sapere come è andato questo esame, dato che ne ho altri a settembre e che lavoro, dovrei organizzarmi nel migliore dei modi lo studio! Quindi vi chiedo cortesemente di fare un sollecito al professore che ormai dovrebbe finalmente essere tornato dalle sue vacanze. Grazie. (5 settembre 2014)
 

Reclamo: Mi ritrovo a scoprire solo nella serata di ieri, giorno 16/09/14, quindi dopo ben 56 giorni, la lista degli studenti CLASSIFICATI, si esatto, solo se sono passato o meno, OVVIAMENTE avrei dovuto recarmi in università per sapere anche il voto. Bene. Ora io chiedo a voi se tutto questo vi sembra giusto?! Il 26/09 ci sarà il prossimo appello, ovviamente tutto il mio programma di studio per gli altri esami da ieri è diventato improvvisamente inutile dato che se non do l'esame in quest'ultimo appello di settembre sarei costretto a rifrequentare tutto il corso per poter svolgere l'esame scritto (ah mi preme sottolineare che sono uno studente-lavoratore, dato che studiare costa e non poco, in qualche modo bisogna pur mantenersi). Oggi vorrei avere delle risposte; come funziona fatemi capire!? Se arrivo con un ritardo considerevole ad un esame come conseguenza non posso sostenerlo. Se verso in ritardo le rate di iscrizione come conseguenza ho delle more sul pagamento. Se invio in ritardo l'iseuu come conseguenza mi ritrovo a pagare il massimo della rata. Se ricevo l'esito di un esame dopo 56 giorni invece mi tocca stare zitto e fare finta di niente??!!! Evidentemente e' questa l'universita' italiana, i docenti sono i grandi professoroni e noi studenti i poveri idioti! Non e' finita, perche' tutta la faccenda cade nel tragicomico quando finalmente riesco a contattare il professore il giorno 15/09 che con una sfacciataggine e arroganza infinita, alla mia cortese e soprattutto scontata domanda sugli esiti di un esame svolto 55 giorni prima, mi sbuffa e in tono secco mi risponde "vi avevo detto di non chiamare". Ora lascio a voi tutte le considerazioni del caso. Mi piacerebbe metterci la faccia in questo sfogo, davvero, ma anche il professore e' un essere umano e dato che dovro' risostenere l'esame non vorrei in alcun modo influenzare la valutazione, spero mi comprendiate. Attendo con fiducia una risposta sincera e non le solite frasi burocratiche.(5 settembre 2014)
 
Risposta: Si riconosce che il lungo intervallo di tempo trascorso tra la data dell’appello d’esame di luglio e la pubblicazione dei relativi esiti può aver creato dei problemi ad alcuni studenti per quanto riguarda l’organizzazione nella preparazione degli esami da sostenere, e non è un fatto che possa ripetersi nel futuro.
La data dell’esame (23 luglio) e le tempistiche per avere i risultati però erano stati concordati con gli studenti prima della chiusura del corso per dare maggiore tempo alla preparazione dell'esame. Inoltre bisogna ricordare che il docente in sede di esame aveva dato la disponibilità per una correzione rapida nel caso di problemi di tempo (in parecchi hanno usufruito di questa possibilità). Infine essendo stato l’appello di fine corso il numero di studenti è stato molto rilevante e i compiti da correggere altrettanto.
Dopo aver parlato anche con il docente si è convenuto per i prossimi anni di anticipare l’appello del mese di luglio in modo che prima delle vacanze estive di studenti e docenti siano pronti i risultati. Questa soluzione consentirebbe a chi non ha superato l’esame di potersi organizzare per sostenere l’esame a settembre.
Prof. Salvatore Ciappellano - Presidente del CD

Materiale didattico dell'insegnamento di Alimentazione e Nutrizione Umana insufficiente (CdS in Scienze e tecnologie alimentati)

Reclamo: Studiando la materia e dovendo cercare le spiegazioni su internet, perché sulle slides alcune parole sono state scritte male (ex: LAVENA PORTA; LA MENMBRANA MUCOSA) e le "spiegazioni" sono a dir poco misere, mi sono resa conto che alcune fra queste pagine sono state prese da siti internet, avendo trovato frasi uguali se non addirittura pagine. Già a parer mio lo reputo un esame che dovrebbe sostenere chi poi vuole fare la specialistica in Alimentazione Umana; ma non trovo corretto nei confronti di chi non può seguire il corso fargli fare il triplo del lavoro solo perché non si controlla cosa si scrive o perché il materiale è incompleto per sostenere l'esame.
Io consiglierei di riguardare le slides proposte agli studenti, anche perché svariate volte mi sono trovata con pagine ripetute. (14 agosto 2014)

 
Risposta: In riferimento al reclamo il docente precisa quanto di seguito riportato.
I libri di testo su cui studiare ai fini della preparazione dell'esame sono riportate al sito http://www.agraria.unimi.it/didattica/programma_pdf.php?codice=G290F- nella pagina dedicata alla presentazione del corso. Le slides, non vengono indicate tra il materiale didattico consigliato. Ogni anno, durante la prima lezione del corso di Alimentazione e Nutrizione Umana viene fortemente sottolineato che le slides (le cui fotocopie, ai fini della distribuzione, non sono sotto la responsabilità del docente) non devono essere utilizzate come unica fonte di materiale didattico ma possono essere di aiuto, agli studenti che frequentano le lezioni, in appoggio agli eventuali appunti presi durante le lezioni. Le spiegazioni pertinenti alle slides sono fornite dal docente durante la lezione, per questo motivo le parti scritti sono "misere" e poiché seguono un discorso, talvolta sono ripetute per richiamare concetti discussi in lezioni precedenti. Poiché è vietata per legge la riproduzione non autorizzata di libri o parti di libri, alcune figure/immagini con relative spiegazioni sono state prese da siti online perché libere da vincoli di copyright.
Infine, Il corso si propone di fornire le conoscenze fondamentali della nutrizione umana in termini di fisiologia del sistema digerente, metabolismo dei macro e micronutrienti, fabbisogni nutrizionali al fine di comprendere il ruolo funzionale degli alimenti. Queste nozioni sono fondamentali per la figura professionale del Tecnologo alimentare al fine di non vedere l'alimento come un "prodotto" destinato ad un "consumatore" ma come una matrice complessa in grado di influenzare significativamente la salute del "consumatore".
Mara Lucisano - Presidente del CD

Ritardo nella registrazione degli esiti degli appelli d'esame dell'insegnamento di Sistemi Colturali (CdS magistrale in Scienze agrarie)

Reclamo: Oggi è lunedì 4 agosto ed è quasi passato più di un mese dallo svolgimento del I° appello dell'esame di Sistemi colturali, svolto il 23 giugno. Gli esiti sono stati mandati regolarmente per mail oltretutto anche quelli del II° appello, ma fino ad oggi non sono stati ancora registrati (almeno di chi ha sostenuto l'intero esame), oltretutto per alcuni studenti è importante anche per l'acquisizione dei relativi cfu per ottemperare ai requisiti per le borse di studio in scadenza il 10 agosto 2014. Vorremmo sapere se il docente verbalizzaerà le votazioni in tempi brevi. (4 agosto 2014)
 
Risposta: In qualità di presidente del Collegio Didattico ho provveduto a contattare con urgenza il docente che si è immediatamente preoccupato di effettuare le registrazioni. Il problema è stato risolto il 5 agosto 2014, giorno successivo all’arrivo del reclamo.
Anna Sandrucci - Presidente del CD

Scarsa disponibilità nei confronti degli studenti da parte del docente del corso di Progettazione e logistica dei sistemi di ristorazione (CdS in Scienze e tecnologie della ristorazione)

Reclamo: Siamo a segnalare che il docente è praticamente sempre introvabile e quando, per caso lo si trova, è sempre di corsa e fatica ad ascoltare gli studenti. Deve essere più disponibile. (22 luglio 2014)
 
Risposta: Il docente riceve sempre previo appuntamento, come indicato alla voce “Ricevimento” della pagina Docente di Ateneo.
In questi ultimi mesi ha notato che parecchie e-mail ricevute, anche da propri collaboratori, sono finite direttamente nella cartella Posta indesiderata, per effetto del sistema anti-spam di Ateneo. La brutta abitudine, d’altra parte, di usare indirizzi non istituzionali porta a queste conseguenze.
Le problematiche inerenti al Corso, o alle attività di Tutorato (il Docente è tutor del Corso di Laurea), risultano sempre risolte fornendo il supporto richiesto e le spiegazioni necessarie.
Compatibilmente con le attività di ricerca e gli impegni istituzionali, il docente si rende disponibile a monitorare maggiormente i canali di contatto (email) per fissare appuntamenti presso il proprio ufficio.
Salvatore Ciappellano - Presidente del CD

Ritardo nella pubblicazione degli esiti dell'appello d'esame di giugno 2014 dell'insegnamento di Analisi chimiche degli alimenti (CdS in Scienze e tecnologie della ristorazione)

Reclamo: Oggi è mercoledì 2 luglio ed è quasi passato un mese dallo svolgimento dell'esame della professoressa Bonomi, svolto il 6 giugno. Fino ad oggi non sono stati pubblicati esiti. La professoressa non risponde alle mail e molti alunni del corso di ristorazione aspettano una risposta. Spero che si risolva al più presto. (2 luglio 2014)
 
Risposta: La causa del ritardo nella pubblicazione dei risultati è dovuta al numero elevato (oltre 110) di prove scritte da valutare. Il docente ha confermato che pubblicherà gli esiti per il 9 luglio. Per quanto riguarda le mail a cui il docente non ha risposto, è dovuto probabilmente al fatto che lo studente ha errato a digitare correttamente il cognome! Quello corretto è Bononi e non "Bonomi"! Questo errore ha comportato che il docente non ha mai ricevuto alcuna mail da parte dello studente.
Salvatore Ciappellano - Presidente del CD

Facilitazioni nello svolgimento della prova d'esame dell'insegnamendo di Biochimica e fisiologia vegetale (CdS in Valorizzazione e tutela dell'ambiente e del territorio montano)

Reclamo: Uno studente del corso di laurea ha richiesto alla professoressa l'esame semplificato, in quanto non riesce a studiare la materia, in verità questo ragazzo non ha voglia di studiare e sta cercando di "far pietà" ai professori per riuscire a laurearsi in tempo. Non mi sembra corretto nei confronti degli altri studenti, che si impegnano e sono corretti nei confronti dei colleghi e dei professori. Se fai l'esame semplificato a una persona, lo fai a tutti! Soprattutto perchè il corpo docenti del corso di laurea è a conoscenza che questo ragazzo cerca sempre di cavarsela non applicandosi. (16 giugno 2014)
 
Risposta: Prendo atto della incresciosa situazione, che già conoscev.,Ho informato tutti i docenti di non concedere esami fuori appello o da svolgersi con modalità particolari ad personam, inoltre ho chiesto il massimo rigore nella valutazione dei candidati ricordando che anche il minimo dei voti deve essere comprovato dalla capacità dello studente cordialità lozzia.
Carlo Lozzia - Presidente del CD

Prossimi appelli d'esame dell'insegnamento di Elementi di Fisica e Fisica Tecnica Mod.1 (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Volevo sapere se è possibile che non si sappiano ancora le date degli esami di Fisica 1. L'insegnante Fessas dice che sta cercando un'aula adeguata che abbia posto per tutti gli studenti che vogliono dare l'esame, ma le iscrizioni non sono ancora aperte e il primo appello potrebbe essere tra poche settimane. Non credo che sia giusto non riferire agli studenti le date degli appelli, ormai siamo alle porte di Giugno e abbiamo anche altri esami da preparare quindi richiediamo una maggiore organizzazione da parte degli insegnanti. (26 maggio 2014)
 
Risposta: In riferimento al reclamo, il prof. Fessas informa che le date dei prossimi appelli d'esame dell'insegnamento di Elementi di Fisica e Fisica tecnica Mod. 1 sono pubblicate sul sito web del docente. Non erano ancora state pubblicate sul SIFA a causa della mancata conferma sulla disponibilità di aule di adeguata capienza. Ora si è provveduto ad inserire le date dei prossimi appelli d'esame anche sul SIFA.
Mara Lucisano - Presidente del CD

Difficoltà nella verbalizzazione dell'esame di Elementi di Fisica e Fisica Tecnica (CdS in Scienze e tecnologie alimentari)

Reclamo: Sono uno studente del secondo anno del corso di laurea di scienze e tecnologie alimentari. Ho notato che nonostante i voti ormai vengano registrati online, il professor Fessas li registra dopo un breve colloquio con lo stesso.
Tuttavia, come molti altri, mi trovo impossibilitato a registrare il mio voto di fisica e fisica tecnica in quanto il professore non accetta di vedermi nè risponde alle mie email. L'ho anche incontrato personalmente per parlargli di ciò e mi ha invitato a scrivergli per mail ma non ho mai ottenuto risposta. (26 aprile 2014)

 
Risposta: In riferimento al reclamo, il prof. Fessas rileva che le osservazioni dello studente non corrispondono a verità in quanto non è richiesto nessun colloquio per la registrazione dell’esame. Il fatto è che questo esame è composto da due moduli indipendenti sia come corso che esame con relativo voto. Il verbale dell’esame complessivo deve riportare la media pesata dei due voti e questo processo non è automatico. Il professore verbalizzante deve effettuare manualmente la media. Proprio per evitare la presenza dello studente, precise istruzioni sono riportate permanentemente nel sito docente (ossia invio di una e-mail con i dettagli dei due appelli e dichiarazione di accettazione del voto complessivo). Nonostante diversi solleciti, alcuni studenti inviano l’e-mail senza seguire le istruzioni, inviando dati incompleti. In questo caso il docente risponde affinché lo studente segua la procedura corretta. In alcuni casi la risposta non è immediata ed è vincolata al tempo settimanale dedicato alle registrazioni, che sono molto numerose. Nel caso particolare sono anche intercorse le vacanze pasquali per cui l’apparente ritardo della risposta alla e-mail incompleta dello studente.
Mara Lucisano - Presidente del CD

Insufficiente capienza delle aule degli insegnamenti del II semestre del I anno (CdS in Scienze della produzione e protezione delle piante)

Reclamo: Le aule sono strapiene, é la quarta lezione che salto perché a momenti non c'é posto neanche in piedi (4 marzo 2014)
Sto tornando a casa per la 2a volta causa aula piena....vi prego fate qualcosa....su 3 corsi non ce ne é uno che abbia un aula adeguata (4 marzo 2014)

 
Risposta: Le aule sono state cambiate per garantire la possibilità di presenza a tutti gli studenti, e l’orario aggiornato è stato pubblicato sul sito web della Facoltà in data 13/03/14.
Daniele Bassi - Presidente del CD

  Modulo di segnalazione
  Risposte
Università degli Studi di Milano